Sarri: “Non si può giocare così e non vincere. Nell’uno contro uno siamo i peggiori in A”

Il tecnico biancoceleste: “Agli episodi sfavorevoli però reagiamo bene, su questo non posso lamentarmi. Il rigore su Zaccagni pareva netto”

Nonostante il pareggio acciuffato in pieno recupero, Maurizio Sarri preferisce vedere il bicchiere mezzo pieno: “Comincia a essere pieno per quanto riguarda la qualità del gioco, nelle ultime tre partite abbiamo creato tantissimo e segnato nove gol”.

troppe disattenzioni

—  

“Il risultato non soddisfa – continua il tecnico della Lazio – perché la squadra ha fatto una partita di qualità, producendo tantissime occasioni da gol. Ma se dopo dieci minuti ti trovi sotto per 2-0 qualche problemino c’è. Abbiamo avuto un sacco di episodi sfavorevoli, ma abbiamo reagito nella maniera giusta, abbassando la testa e lavorando, non posso lamentarmi. Il secondo tempo è stato di altissimo livello, ma bisogna capire perché a ogni occasione avversaria si prende gol. Il primo è stato una disattenzione nostra, al terzo ci hanno bucato come se fossimo di burro. Nell’uno contro uno siamo la peggiore squadra della Serie A. Non parlo di difensori, perché gli uno contro uno avvengono in qualsiasi parte del campo”. Su Luiz Felipe può incidere anche la questione rinnovo? “Non credo, se fosse così sarebbe preoccupante. Una volta c’è il rinnovo, una volta litighi con la moglie… c’è sempre un motivo. Non penso sia così. Sulla situazione del 2-3 c’è da considerare che Luiz Felipe aveva subito l’ammonizione dopo 5 minuti”. Sugli episodi arbitrali è chiaro: “Mi sembrava che Patric avesse toccato di fianco, però bisogna fidarsi del Var. Rigore su Zaccagni non concesso? Sembrava netto. Strano che l’arbitro non si sia andato a rivederlo”.

Zaccagni top

—  

“Sotto alcuni aspetti bisogna essere soddisfatti – spiega ancora Sarri -, sotto altri non si possono fare prestazioni del genere e non vincere. Difficile trovare un equilibrio, ma dobbiamo farlo. Dobbiamo essere più attenti. Siamo quasi ingenui in certe situazioni, bisogna dare equilibrio alla squadra, ma per qualità stiamo crescendo tantissimo. Quello fatto nel secondo tempo nelle mie squadre l’ho visto fare raramente”. Su Zaccagni: “Ora sta bene fisicamente, è un ragazzo completo. In fase difensiva ci garantisce recuperi importanti, è fondamentale. Abbiamo la fortuna di avere lui, Pedro e Felipe Anderson, che oggi è tornato ai suoi livelli”.

Precedente DIRETTA/ Reggio Emilia Tortona (risultato 61-60) streaming tv: Hopkins sugli scudi Successivo Santa Clara-Sporting, piace il Multigol Ospite 2-4

Lascia un commento