Sarri: “Gara buona, a tratti buonissima, tranne gli ultimi 10 metri. Senza Immobile…”

L’allenatore della Lazio, ex di turno: “In partita fino a dieci minuti dalla fine, nella ripresa per mezzora non abbiamo neanche concesso contropiedi. La Juve ha messo anche 7-8 uomini dietro la linea della palla, fare a meno di un uomo da 35-40 gol è dura”

“È la prima volta che vedo un rigore fischiato per un fallo su uno dietro. Di Bello era a tre metri ha visto benissimo, poi il Var ha fatto una follia, perché non si può giudicare dal fermo immagine”. Maurizio Sarri in conferenza stampa attacca la decisione arbitrale di sanzionare il primo rigore per il fallo di Cataldi su Morata che ha sbloccato la partita: “È un rigorino come quelli di cui ha parlato Gasperini e che si danno solo nel nostro campionato in Italia. Al di là dell’episodio del rigore, la conduzione non mi è piaciuta”.

Bene, anche benissimo

—  

“Abbiamo fatto una buona partita, a tratti buonissima come in quella mezzora, purtroppo siamo mancati negli ultimi dieci metri”, aveva detto in tv a Dazn il tecnico della Lazio prendendo quello che di buono ha visto contro la sua ex formazione, la Juve: “La squadra ha fatto quello che doveva e poteva fare, è stata in partita fino a dieci minuti dalla fine quando nel tentativo di arrivare al pareggio ci siamo disuniti – ha detto a fine partita a Dazn -. Ma nei primi trenta minuti del secondo tempo non abbiamo preso neanche un contropiede”.

Senza Immobile

—  

Inevitabile che sia mancato Immobile: “Avere un’alternativa a uno che fa 35-40 gol l’anno è dura, è anche difficile da trovare un giocatore che garantisce lo stesso rendimento di Ciro in quel ruolo”. E ancora: “Ci è mancato un po’ l’uno contro uno per vie esterne in cui di solito si salta di più l’avversario e si creano più situazioni. Però è anche impensabile chiederlo in tutte le partite ai nostri esterni”.

La prestazione

—  

“L’importante è che la squadra abbia giocato da squadra ed è stata in campo bene, a parte l’ultimo quarto d’ora quando c’era ancora tempo e bisogna evitare di disfarsi e concedere ripartenze”, conclude Sarri. Il cui rammarico è più per altri momenti della partita: “Non era semplice. Abbiamo fatto un buon inizio, poi ci siamo trovati sotto: la situazione si è complicata, la Juve ha cambiato modulo con un 4-5-1 basso ed era difficile anche recuperando palla nella metà campo avversaria trovavamo 7-8 giocatori sotto la linea della palla. Era complicato ma abbiamo fatto bene: per la mole di gioco che abbiamo fatto ci è mancato di essere più pericolosi”.

Precedente Bonucci: “Penalty in azzurro? Pronto a tirarli, ma il rigorista è Jorginho” Successivo Allegri: "Abbiamo fatto una bella partita, solo sprecato un po' troppo"

Lascia un commento