Sarri: “Farci giocare alle 12.30 è stata un’imboscata. La Supercoppa? Prendi i soldi e scappa…”

Il tecnico della Lazio al termine della sfida vinta sul Lecce: “Era una gara difficilissima e c’era il rischio down post derby. Sarebbe stata dura anche alle 21…”. E su Felipe Anderson: “Ne sono innamorato, soddisfa il mio senso estetico”

14 gennaio 2024 (modifica alle 16:28) – MILANO

 È soddisfatto Maurizio Sarri al termine della gara vinta contro il Lecce. Ma conquistare la quarta vittoria consecutiva non è stato per niente facile: “Era una gara difficilissima per tanti motivi, c’era il rischio down post derby contro un avversario che ci ha sempre creato difficoltà. Per un tempo l’abbiamo pagata, molto meglio nel secondo. Sarebbe stato difficile anche se l’avessimo giocata alle 21 ma giocare alle 12.30 è stata un’imboscata”. 

pazzo per felipe 

—  

Tatticamente l’emergenza lo aveva spinto a schierare Felipe Anderson falso nueve: “Felipe quando gioca in questo ruolo ha fatto sempre piuttosto bene – ha detto il tecnico biancoceleste a Sky Sport-. C’è da dire che nel periodo che ha fatto l’anno scorso in questo ruolo era in fiducia e faceva benissimo anche da esterno. Vediamo se quest’anno può continuarci a dare buone cose da centravanti, anche se la nostra intenzione è quella di recuperare totalmente Immobile e Castellanos. Anderson è un giocatore che dal punto di vista del potenziale è da grandissimi club, però ha anche dei momenti no, che purtroppo fanno parte del pacchetto Anderson. È un giocatore di cui sono innamorato, vederlo correre mi soddisfa anche esteticamente. Giocatori in scadenza? È una storia italiana, da qui alla fine ci sarà anche tempo per risolverla”.

supercoppa

—  

Venerdì la Lazio sarà impegnata contro l’Inter nella semifinale di Supercoppa: “È il segno di un campionato che ha bisogno di soldi e lo cerca nelle maniere meno opportune. La partita più vista nel mondo è la finale di FA Cup che si gioca da 120 anni nello stesso stadio. La dice tutta. Questo è tutto fuorché sport, è ‘prendi i soldi e scappa’, in maniera miope. Noi si va a elemosinare in giro per il mondo. Con tutti i problemi che ci sono, si fa la Supercoppa a 4… Se il calcio moderno è questo, sono felice di essere vecchio”.

Precedente Milan-Torino finisce 1-1, giornata nera dell’arbitro Successivo FINALE Milan-Roma 3-1: Pioli cala il tris con Adli, Giroud ed Hernandez