Sarri, breccia tra i tifosi: “Sta sempre al nostro fianco”

ROMA – Maurizio Sarri ha già conquistato tutti. Ci ha messo veramente poco il tecnico della Lazio ha fare breccia tra i cuori dei tifosi. Il suo curriculum è stata immediatamente una carta vincente per osannarlo e coccolarlo. Le prime belle prestazioni un motivo in più per dire: “Sì, è la scelta giusta”. E poi il derby vinto, la foto con l’aquila, sono state le ultime immagini che lo hanno relegato già a mito. Il tifoso laziale va anche oltre i risultati. Sarri, lato umano, ha sempre parlato di divertimento, spettacolo, voglia di vincere. Parole che entusiasmano. E l’ultimo diverbio post derby con la risposta a Mourinho ha fatto scattare quel qualcosa in più. “Il tecnico ci difende sempre, lo apprezziamo tanto anche per questo”, scrive un tifoso sui social.

Sarri ha fatto colpo

“Sarri che risponde a Mourinho è qualcosa di spettacolare”, scrive Marco ricordando che il clima derby, a Roma, c’è sempre. E vive di picchi come nei giorni di canicola estivi. Il solleone da stracittadina, sulla Capitale, fa registrare temperature caldissime. “Se in campo sta portando avanti un processo di sviluppo graduale, fuori Sarri si è già sintonizzato con naturalezza sulle frequenze d’attitudine mentale del popolo laziale. Un passo in avanti mediatico enorme”, analizza Stefano. Instagram, Twitter, Facebook, sono pieni di immagini dell’allenatore in festa con l’aquila Olympia. Un’immagine che è già storia. “Il Comandante mi fa emozionare quando risponde a Mourinho e alla Lega”. E ancora: “Sarri, a livello mediatico, è quello di cui avevamo bisogno”. Si è creato un feeling in pochi mesi e siamo solo all’inizio della stagione. “Non avrà la Lazio nel sangue, i figli laziali, la moglie laziale, il cane laziale. Ma quando c’è da difendere la squadra e stare al fianco dei tifosi dice sempre la cosa giusta”. É amore. 

Sarri scatenato dopo il derby: la festa è con Olympia

Guarda la gallery

Sarri scatenato dopo il derby: la festa è con Olympia

CorrieredelloSport.fun, gioca gratis, fai il tuo pronostico e vinci!

Precedente Metamorfosi Bologna: ecco il 3-4-1-2 Successivo Napoli, una lezione per due

Lascia un commento