Saponara: "Italiano? Mi chiede sempre una cosa prima di farmi entrare"

FIRENZE – Sono Riccardo Saponara e risolvo i problemi. Perché quelli che li risolvono sono come lui: presenti, concreti, affidabili. E la Fiorentina di cose da mettere a posto in tempi brevi ne ha diverse. Tre gol (mai banali, anzi bellissimi quelli segnati al Genoa e al Milan con tiri a girare sul palo lontano dal coefficiente altissimo di difficoltà), tre assist, tanti ricami d’autore mai fini a sé stessi e in cui invece c’è la firma di chi sa associare la sostanza all’estetica. Per questo Italiano si affida spesso e volentieri a Saponara, in una linea di continuità che parte da Spezia lo scorso anno – dove il tecnico siciliano aveva ritagliato un ruolo su misura per l’attaccante – e arriva fino a Firenze: per quanti minuti avrà a disposizione nei 270 che mancano alla fine del campionato, l’esterno-fantasista romagnolo garantirà un contributo importante. La Fiorentina ne ha bisogno. 

Italiano e Saponara, un rapporto speciale

«Sono davvero soddisfatto fin qui della mia stagione. Onestamente – ha detto Saponara in un’intervista al sito del club viola – a inizio anno non credevo di avere tutte queste occasioni di poter giocare e di dare il mio contributo alla squadra, sia in campo che fuori, e ciò mi rende molto orgoglioso. Sarebbe un peccato finire la stagione senza raggiungere l’obiettivo: è nelle nostre corde e ci proveremo fino alla fine». Il rapporto con Italiano, si diceva. Intenso, vero, speciale. «Mi sento molto responsabile quando l’allenatore mi chiama in causa, perché so quanta fiducia ha in me e allora mi impegno al massimo per ripagarla. Cosa mi chiede? Di entrare in campo come a Genova (dove appunto ha segnato un gol stupendo, ndr). Scherzi a parte, sono richieste che provengono dalla stima che credo il tecnico ha nei miei confronti. Poi, è chiaro che giocatori d’esperienza sono chiamati a dare un po’ di più per se stessi e per i compagni che hanno intorno: è il mio compito». 

Italiano: "Futuro? Ho un contratto"

Guarda il video

Italiano: “Futuro? Ho un contratto”

Fiorentina, vietato sbagliare

Non solo parole: l’ex Milan indica la strada da seguire. «Siamo arrabbiati, ma con lo spirito giusto: l’equilibrio e la serenità sono fondamentali per riprenderci subito fin dalla prossima gara quello che abbiamo lasciato per strada. Non servono tanti discorsi per spiegare il periodo poco brillante, anche perché a mio avviso la squadra ha continuato a fornire le sue solite prestazioni, ma è vero che Salernitana e Udinese hanno prodotto tanta amarezza con zero punti fatti in partite alla nostra portata. Così oggi ci troviamo a dover vincere tutte e tre le gare che rimangono: di sicuro non possiamo più sbagliare». Non lunedì sera. «La Roma è una squadra che ha preso consapevolezza col trascorrere dei mesi ed è avversario veramente tosto. Dovremo sfruttare questo piccolo vantaggio del loro impegno in Europa, ma dipende tutto da noi. E avremo bisogno del sostegno dei nostri tifosi». Firmato Riccardo Saponara. «La Fiorentina e Firenze mi sono entrate nel cuore». 

I tifosi sotto casa di Venuti: "Questi sono i fiorentini"

Guarda il video

I tifosi sotto casa di Venuti: “Questi sono i fiorentini”

Precedente "Preghiamo in classe per Salernitana"/ Video: maestro nella bufera, aperta indagine Successivo Baroni da record e poi Coda, Lucioni e Strefezza: ecco chi ha portato il Lecce in A

Lascia un commento