Sampdoria, D’Aversa dopo la Juve: “Abbiamo concesso troppo”

TORINO – Ai microfoni di Dazn il tecnico della Sampdoria Roberto D’Aversa ha commentato così il ko 3-2 in casa della Juve:Di positivo mi tengo le prestazioni contro due grandi squadre, ma quando le perdi entrambe bisogna ragionare più sulle cose da migliorare. Giocare bene non basta, se fai due gol e non porti risultato a casa vuol dire che hai commesso troppi errori: le ripartenze le abbiamo concesse per nostre imprecisioni, in campo aperto la Juve ti mette in difficoltà”. Un calendario che ha visto i doriani affrontare già Milan, Inter, Napoli e i bianconeri: “Avrei preferito un calendario diverso pur di avere punti in più – ha aggiunto a Dazn – ma quanto fatto di buono ci dovrà servire per affrontare tutte le squadre per fare punti, i complimenti fanno bene ma preferisco il risultato. Dobbiamo essere arrabbiati e non abituarsi alla sconfitta. Continuare con questo atteggiamento tattico? Penso che bisogna andare avanti così, oggi le difficoltà le abbiamo avute quando abbiamo sbagliato passaggi semplici, bisogna prendere alta la squadra con qualità altrimenti gli dai il tempo di esprimersi”.

Tris Juve con il primo gol di Locatelli: Samp ko

Guarda la gallery

Tris Juve con il primo gol di Locatelli: Samp ko

“Ci manca il senso del pericolo”

“Primo gol su rigore bisogna essere più furbi, questo è il regolamento, gli altri due li abbiamo concessi noi, serve più senso del pericolo. Sul 2-1 non puoi concedere, altrimenti poi si fa dura recuperare la partita. L’atteggiamento può variare a seconda della squadra avversaria, con il Napoli avevamo un po’ esagerato e non possiamo sempre passare in svantaggio: ripeto, oggi il nostro problema è stato fare errori tecnici che in Serie A non ti puoi permettere”. E ancora: “Oggi l’equilibrio l’avevamo cercato con Depaoli esterno, Damsgaard non è partito dall’inizio solo per una questione di carichi dopo tante gare giocate, ma abbiamo preso comunque tante ripartenza su nostri errori, la Juve ha grandi qualità in campo aperto, penso a Morata, Dybala e Cuadrado, sono feroci quando si buttano nello spazio. Punto rubato all’Inter? Non era rubato, concedetemelo (ride, ndr). Il recupero è stato troppo breve, ma non cerchiamo alibi, abbiamo concesso troppo ad una squadra forte come la Juve”.

CorrieredelloSport.fun, gioca gratis, fai il tuo pronostico e vinci!

Precedente Primavera, la Spal ferma il Cagliari sull'1-1. Blitz Genoa a Lecce Successivo La Fiorentina gioca a tennis: è 6-1 al fanalino di coda Lazio

Lascia un commento