Salvini sullo scontro di San Siro: “Ghali si rilassi, mi ha chiamato assassino e fascista”

Durante il programma di Rete 4, Quarto Grado, Matteo Salvini ha affermato di non conoscere Ghali. Ma nel 2009…

Matteo Salvini, ospite di Quarta Repubblica su Retequattro parla così della discussione con il cantante Ghali avvenuta a San Siro in occasione del Derby fra Milan e Inter:

Durante l’ultimo derby di San Siro, tra Milan e Inter, finito 1 a 1, grazie al rigore sbagliato da Lautaro Martinez, sugli spalti è andata in scena una brutta scena che ha visto protagonisti il leader della Lega ed ex Ministro degli Interni Matteo Salvini e il noto cantante Ghali. E a separarli è dovuto intervenire addirittura Maldini.

Il partito della maggioranza ha diffuso uno una nota su quanto avvenuto:  “Matteo Salvini è stato aggredito verbalmente da Ghali durante il primo tempo di Milan-Inter di ieri sera. Il leader della Lega era in tribuna con il figlio, e subito dopo il gol del pareggio gli si è avvicinato il rapper in evidente stato di agitazione. Ghali ha urlato una serie di insulti e di accuse farneticanti a proposito dell’immigrazione (cercando di filmarsi col cellulare) ed è stato subito allontanato, tra lo sconcerto degli altri spettatori. La società rossonera si è scusata con Salvini, che sul momento non aveva riconosciuto Ghali né aveva compreso i motivi della sua alterazione“.

Nella serata di ieri Salvini è intervenuto a Quarto Grado dichiarando quanto segue: “Non conoscevo il signor Ghali. Sarò vecchio ma preferisco De André, Battisti e De Gregori. In un momento di tranquillità alla stadio con mio figlio, quando il Milan ha segnato sono stato assalito da questo Ghali che mi ha urlato ‘assassino, fascista’. Il Covid ci dovrebbe insegnare che il nemico è la malattia, che il nemico è la disoccupazione, che il nemico è la precarietà e la criminalità, non Salvini. Spero che Ghali si rilassi, si faccia una tisana e se vuole lo invito a bere un caffè per parlare di musica”.

Eppure nonostante il Leader della Lega neghi di conoscere il rapper, la verità è un’altra. Infatti nel 2019 Ghali cantò le seguenti strofe nel remix di Stormzy in una scena, ironia del caso, ambientata proprio allo stadio:  “Salvini dice che chi è arrivato col gommon’ / Non può stare .it, ma stare .com. / Alla partita del Milan ero in tribuna con gente / C’era un politico fascista che annusava l’ambiente“. In quell’occasione Salvini rispose: “Mi insulta ma la sua musica non mi dispiace, è grave?“. Ma parlando di mercato. Colpo di scena, Maldini si scatena e rilancia: la nuova raffica<<<

Precedente TOP 100 TMW - Le indigestioni di gol a Verona dopo i digiuni di Cagliari: al 3° posto Simeone Successivo Il Milan e "l'effetto derby": San Siro sold out e merchandising in crescita

Lascia un commento