Salernitana, Nicola: “Sarà la terza partita in una settimana, sono curioso…”

Le dichiarazioni dell’allenatore della Salernitana, Davide Nicola

Domani affrontiamo un avversario difficile che ha un gioco consolidato negli anni. L’Empoli ha grande capacità di produrre gioco, fa del palleggio e del gioco in verticale un suo punto di forza ma come tutte le squadre ha dei punti deboli che dovremo essere bravi a colpire. Sarà la terza partita in una settimana e c’è molta curiosità perché stiamo tenendo ritmi importanti. Così Davide Nicola ha presentato la quinta giornata di Serie A in cui la Salernitana affronterà l’Empoli di Paolo Zanetti. Un test probante per i granata che vogliono dare continuità ai pareggi ottenuti sui campi di Bologna e Udinese e alla vittoria contro la Sampdoria. Il match è in programma domani alle ore 18.30 nell’incandescente cornice dell’Arechi di Salerno. Di seguito, le dichiarazioni di Nicola.

Il tecnico della Salernitana si è, successivamente, soffermato sulle strategie insite ai momenti differenti di ogni singola partita: “Ogni partita ci conosciamo e scopriamo sempre di più, dobbiamo imparare ad utilizzare strategie diverse e funzionali all’avversario e al momento della gara. Dobbiamo farci trovare pronti sotto tutti i punti di vista. Stiamo lavorando per migliorare costantemente noi stessi, vogliamo completare la nostra identità e costruire sicurezza sul gioco”.

Nicola ha poi concluso: “Stiamo portando avanti un progetto tecnico-tattico preciso in cui dobbiamo avere la capacità di offendere ed essere aggressivi. Dobbiamo migliorare ancora molto sull’equilibrio fra le due fasi di gioco. Il lavoro che abbiamo iniziato in ritiro viene ripetuto costantemente per l’integrazione dei nuovi arrivati. La capacità di interpretare posizioni diverse fa parte del DNA di questa squadra anche se partiamo da una organizzazione e da un’idea precisa. I cambi sono sempre decisivi per la gestione delle energie ed è importante che tutti si sentano partecipi. Dovremo avere grande capacità di interpretazione del gioco e della gestione del ritmo della partita”.

Precedente Tornano le coppe europee e tornano gli "add-on token" Uefa: come averli gratis Successivo Cosmi è ufficialmente il nuovo tecnico del Rijeka

Lascia un commento