Salernitana, interrotta la trattativa con il Fondo americano. Anche Sottil può lasciare

Quando sembrava prossima alla chiusura con un accordo, la trattativa con il Fondo Americano Breda Holdings abortisce definitivamente. La cordata statunitense non ha offerto le garanzie economiche e tecniche al presidente Danilo Iervolino e automaticamente è scattato il piano B. Resterà l’attuale assetto proprietario con il magnate di Palma Campania in grado di garantire il futuro ma solo attraverso una gestione di sostenibilità e lasciando, molto probabilmente, la stessa presidenza a Maurizio Milan, l’amministratore delegato e uomo di fiducia del club che ha tenuto caparbiamente vivi i contatti con gli americani, a questo punto inutilmente.

PIANO B: PETRACHI IN AZIONE – Pertanto la squadra sarà rifondata solo dopo le numerose cessioni che comunque dovrebbero garantire al direttore sportivo Gianluca Petrachi, che resterà al suo posto, di allestire un gruppo dignitoso in vista della prossima stagione. Non si sa, però, da chi sarà guidato. Infatti, il tecnico Andrea Sottil sta riflettendo se proseguire nell’impegno preso nelle scorse settimane oppure farsi da parte e lasciare la panchina della Salernitana prima ancora di averla occupata per una sola volta. Intanto, proseguono le trattative per le uscite che il club comunque dovrà effettuare. Sembra poter andare a buon fine quella con la Lazio per Boulaye Dia in attesa semplicemente di essere chiusa, ma c’è l’accordo con il direttore biancoceleste Angelo Fabiani. Mentre spunta una pista che conduce a Dubai relativa al centrocampista Lassana Coulibaly. Si intensificano i contatti con il Genoa pronto a ingaggiare Giulio Maggiore, un’operazione che potrebbe anche agevolare il ritorno di Massimo Coda a Salerno. Per l’esterno offensivo Jari Vandeputte, in forza al Catanzaro, si registra una pausa anche considerando il nuovo scenario interno e le richieste avanzate dal club calabrese per il belga, tra i punti di forza della compagine di Vivarini nella scorsa stagione e seguito anche da Cremonese e Palermo. Se Sottil dovesse saltare, tornerebbe d’attualità l’idea Alberto Aquilani che non allenerà il Catanzaro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Juve, Douglas Luiz totale: sa fare tutto e ovunque. La specialità... Successivo Italia eliminata, il fratello di Immobile attacca: "Ora a chi diamo la colpa?"

Lascia un commento