Salah-Manè, il Liverpool risorge: Lipsia battuto in casa

Due sbavature difensive dei tedeschi e in 5′ i Reds costruiscono la vittoria dell’andata degli ottavi giocata a Budapest

Si rivide il Liverpool di Klopp, e il Lipsia si sbriciola. I Reds vincono 2-0, a Budapest, l’andata degli ottavi di Champions League (decisivi i gol di Salah al 53′ e di Mané al 58′) e ipotecano il passaggio del turno. Nel 2021 la squadra di Klopp aveva mantenuto la porta inviolata solo in una delle 10 partite giocate prima di oggi. Nagelsmann può invece recriminare per gli errori individuali dei suoi, goffi e impacciati in occasione dei due gol degli inglesi.

La gara

—  

Le due squadre si schierano a specchio, con il 4-3-3 con Adams, Olmo e Nkunku in attacco per il Lipsia, i soliti Salah, Firmino e Sané per il Liverpool. La gara è fin da subito molto vivace e veloce, con Olmo che al 5′ sfiora il vantaggio: Angeliño sfonda sulla sinistra e mette la palla al mezzo, Olmo, in tuffo, colpisce la palla di testa, mandandola sul palo. Il Liverpool si vede al 16′, quando Salah, lanciato da Alexander-Arnold, non riesce a battere Gulacsi con un tocco morbido. Le occasioni arrivano abbondanti: al 18′ è bravo Alisson su Sabitzer, al 24′ è invece Mané a risultare impreciso di testa. Il Liverpool ci prova anche al 33′ con Robertson, che per poco non sorprende Gulacsi con un pallonetto dai 35 metri, con i tedeschi che però, di minuto in minuto, sembrano perdere certezze.

La ripresa

—  

Nel secondo tempo è il Lipsia, al 48′, a rendersi pericoloso per primo (Nkunku, rimasto solo contro Alisson, spara clamorosamente addosso al portiere brasiliano), ma è il Liverpool a dimostrarsi cinico sfruttando le prime due occasioni: al 53′ Sabitzer sbaglia un passaggio e sorprende Klostermann, che si fa bruciare in velocità da Salah, bravo a battere Gulacsi in uscita. Al 58′ arriva subito il raddoppio: Mukiele buca l’intervento e permette a Mané di ritrovarsi solo contro il portiere avversario e di realizzare il 2-0. I Reds controllano il vantaggio, abbassano i ritmi e concedono al Lipsia solo un’occasione all’80’, quando Angeliño colpisce male da buonissima posizione e non inquadra la porta. Per il Lipsia, dopo un’ottima fase a gironi (conquistati 12 punti come il Psg, Manchester United costretto alla “retrocessione” in Europa League), arriva una sconfitta netta. Il Liverpool fa un passo deciso verso i quarti dopo settimane difficili e ben tre k.o. di fila in Premier League.

Precedente Juventus protagonista di "All or nothing" su Amazon Successivo PROABBILI FORMAZIONI BARCELLONA PSG/ Quote, quanti ex di Serie A al Camp Nou!

Lascia un commento