Sala: “Per salvare San Siro servono un uso e 5-10 milioni l’anno. Se Moratti…”

Il sindaco di Milano risponde al comitato “Sì Meazza”: “Tenerlo in vita da impianto sicuro costa. Se vogliono comprarlo siamo disposti a venderlo”

La questione “salviamo San Siro” continua a tenere banco. Il sindaco di Milano, Beppe Sala, è tornato oggi sull’argomento: “Faccio un appello a chi vuole salvare lo stadio San Siro: il modo migliore è trovare un uso, una formula, si facciano avanti e noi siamo disponibili, quando sarà il momento, a cedere questo bene. Mi rivolgo, per esempio a Massimo Moratti, visto che ho sentito la sua disponibilità a far parte di questa iniziativa”.

Il primo cittadino lo ha detto rispondendo a una domanda sul comitato “Sì Meazza”, nato con l’obiettivo di evitare la demolizione della storica casa di Milan e Inter in vista della costruzione del nuovo stadio dopo l’intesa fra le squadre e il Comune.

referendum

—  

“Il referendum lo facciano, non è che il referendum – ha aggiunto – può togliere al sindaco la facoltà di prendere decisioni. Sono stato eletto per questo, quindi le mie decisioni le ho prese. Il tema del vecchio stadio è molto semplice: tenere in funzione uno stadio del genere, fare una buona manutenzione, tenerlo in sicurezza è qualcosa che costa tra i 5 e 10 milioni all’anno. Tra i tanti che si fanno avanti, penso a Massimo Moratti, se lo vogliono acquisire, noi siamo felicissimi. Il problema vero è che il Comune di Milano, per il bene dei cittadini, non può tenersi dei costi per impianti inutilizzati”, ha chiarito Sala.

negli usa

—  

La querelle porta alla mente quanto accade negli Stati Uniti, dove impianti che hanno fatto parte della storia dello sport, vedi il leggendario Boston Garden o lo Yankee Stadium di New York, sono stati abbattuti senza pietà, anzi, guadagnandoci pure rivendendo i pezzi più pregiati a caro prezzo, dal parquet alle seggioline, come memorabilia. Se si tratta di stadi in centro città, solitamente lo spazio che occupavano viene trasformato in parcheggi per quello nuovo costruito accanto.

Precedente Spalletti, ti ricordi l'Inter? Sarri, e tu la Juve? Storia di ex con voglia di rivincita Successivo Gli attaccanti italiani più forti nei videogames? Super Chiesa, e un outsider

Lascia un commento