Sabato sportivo: Roma-Inter, i mondiali di nuoto, i big del ciclismo. L’Italrugby a Dublino ritrova Capuozzo

Stadio Olimpico, ore 18. Si gioca Roma-Inter. La capolista cerca di allungare a +7, la Roma di De Rossi prepara la trappola sotto gli occhi del Ct. Spalletti, interessato al blocco difensivo nero azzurro e alle possibili opzioni giallorosse. Riflettori puntati sui bomber, due per parte: Lukaku-Dybala contro la prolifica coppia interista Lautaro-Thuram. Un poker d’assi che ha collezionato 56 gol. Annunciate le formazioni tipo.

Acqua azzurra in Qatar

Al via le gare in vasca dei Mondialindi nuoto. Azzurri a caccia di medaglie sognando le Olimpiadi di Parigi. Tra i big assente solo Ceccon. Hanno già ottenuto il pass olimpico un quintetto d’oro: Paltrinieri (1500), Razzetti (200-400 misti),Ceccon (100 dorso), Miressi (100 sl), Benedetta Pilato (100. rana) Doha cercano il pass 6 staffette su 7. Già a Parigi la 4X100 sl uomini. Le Garde mondiali si concluderanno domenica 18 febbraio.

I big del ciclismo aprono la stagione

Comincia per primo Evenepoel in Portogallo, nella seconda edizione della “Figueira Champion Classic”, 213 km mossi tra Lisbona e Porto. Seguiranno, sempre in febbraio,Van Aert (domenica 11 alla De Almeria, in Spagna)e Vingegaard, il vincitore di due Tour consecutivi alla “Gran Camino (22 febbraio. A marzo vedremo gli altri tre: Pogacar il 2 alle Strade Bianche, Roglic alla Parigi-Nizza (3-10), Van Der Poel alla Milano- San Remo (16 marzo).

Torna la stella Capuozzo nell’Italrugby

La seconda giornata del torneo delle 6 Nazioni comincia sabato 10 con Scozia-Francia ( ore 15.15) a cui seguirà Inghilterra – Galles (17.45). L’Italrugby scende in campo a Dublino domenica (ore 16) contro la fortissima Irlanda capolista con 5 punti. La Nazionale italiana presenta il ritorno di Ange Capuozzo, la stella italiana che rimpiazza Allan ( acciaccato ma in panchina). Altre due novità Varney che sostituisce Ale Garbisi n.9 e l’inserimento di Zulian e Izekor freaker. Assenti per infortunio Lorenzo Cannone ( tibia) e Negri ( costole); due terze linee titolari che costringono il tecnico Quesada a rimescolare le carte contro una squadra bravissima a punire debolezze e ingenuità degli avversari.

Precedente Cagliari, ora l’Isola deve seguire Ranieri Successivo Lecce, D'Aversa: "Ci deve essere la volontà di fare punti fuori casa"

Lascia un commento