Rugby, la Nazionale italiana conclude il Sei Nazioni con il miglior bilancio di sempre

Rugby, la Nazionale italiana conclude il Sei Nazioni con il miglior bilancio di sempre, il Ct Quesada: ”È un grande gruppo di uomini veri”. Caduto (a testa alta) Jannik Sinner,gli sportivi italiani si sono “consolati” (alla grande) con la storica impresa della nazionale di rugby – vittoriosa a Cardiff  sul Galles (21-24) – mai così in alto nel prestigioso torneo  Sei Nazioni .

Bilancio conclusivo ampiamente positivo (due vittorie ed un pareggio). Tre risultati utili su cinque. Non era mai successo nelle 25 edizioni della manifestazione sportiva. È stato il miglior bilancio di sempre. Ne è uscita una domenica di pathos collettivo che è andato oltre il pur vasto mondo della palla ovale. Risultato: maxi foto sulle prime pagine dei più autorevoli quotidiani nazionali, rugby in copertina del francese L’Equipe e sulle prime pagine dei giornali inglesi tseveri con la sconfitta dei propri leoni (33-31) in terra di Francia.

I galletti hanno vinto allo scadere del match grazie ad un “coupe de genie” (titolo del foglio parigino) di Thomas Ramos che con un calcio da 50  metri ha uccellato i sudditi di Re  Carlo e della regina Camilla. Addirittura due quotidiani di Sua Maestà – Daily Mail e Sun – hanno titolato a caratteri cubitali un”Disgustin” (“ripugnante “) che la di dice lunga sulla passione ferita. E sul valore del rugby. Un. altro quotidiano britannico, lo Star di Londra, ha aperto il giornale con un sarcastico elogio ai “Blues player”.

ENTUSIASMO DEI GIORNALI ITALIANI
Se erano prevedibili i titoli psichedelici dei tre quotidiani sportivi, è stata  di una gradita sorpresa leggere i commenti (entusiastici) dei giornali nazionali più diffusi e autorevoli. Tre esempi illuminanti: “Italrugby da favola” (Corriere della Sera), “L’Italia del rugby è entrata nella storia”, “Il miglior Sei Nazioni della nostra vita”.

Capitan Lamaro e i compagni hanno riconosciuto questa ondata di stima e di affetto ed hanno prontamente ringraziato, sinceramente riconoscenti. Il delirio dell’Olimpico (9 marzo, quarta giornata, Italia-Scozia 31-29) ha dato il via all’exploit. Ha  dato fiducia, stima e forza ai ragazzi di Quesada.

Ha commentato il Ct argentino:”C’è stata una svolta. Questo è un grande gruppo di uomini veri. Hanno un’etica del lavoro incredibile. Lamaro? Un vero capitano. Adesso abbiamo un carattere, una identità”.
Il prossimo Sei Nazioni comincerà il 31 gennaio 2025 e terminerà il 15 marzo seguendo la consueta formula. L’Italia al primo turno affronterà in trasferta la Scozia.

CLASSIFICA FINALE
La vittoria (domenica sera) della Francia sull’Inghilterra ha innescato dei cambiamenti. Il sorpasso francesse sui britannici ha dato un diverso volto alle gerarchie finali. Fuori discussione il successo della Irlanda. Il Galles ha collezionato il quarto “cucchiaio di legno” della storia. Viceversa l’Italia ha interrotto una striscia di otto ultimi posti consecutivi (2016-2023), sette dei quali frutto di sole sconfitte. Ricapitolando.
1.Irlanda, punti 20.  A seguire: Francia (15), Inghilterra (14), Scozia (12), Italia (11), Galles fanalino di coda (4), cinque sconfitte su cinque.

Precedente Trionfa Estrosa, la cavalla di Max Allegri Successivo Pioli e l’ammonizione a Theo Hernandez: “Esulta sempre così”. Su Baroni...