Rotolo, il guerriero di Stresa: “Lotto col tumore ma alleno, vinco e riesco a vivere”

La dura battaglia del tecnico promosso in D: “Ero un leone, ora ho paura di morire. Lavoro da casa, ma la squadra si carica”

Dal nostro inviato Nicola Binda

5 maggio – STRESA (VB)

“Alla prima giornata abbiamo perso 5-1 in casa con la Biellese: il martedì ho detto ai ragazzi che il campionato l’avremmo vinto noi”. Un’altra squadra avrebbe guardato stranita l’allenatore. Quelli dello Stresa no, perché sanno chi è Giorgio Rotolo. Gli hanno creduto e in Serie D sono andati loro.

Precedente Rinnovi (da Maldini in giù), mercato, cariche e stadio: i sei punti dell'agenda Investcorp Successivo Gallo, presidente della Reggina, arrestato per autoriciclaggio ed evasione dell'Iva

Lascia un commento