Rothen stronca Conte: "Non è quello di cui ha bisogno il Psg"

Jerome Rothen è stato uno dei calciatori più contraddittori e discussi del primo decennio del nuovo millennio del calcio francese. Esterno offensivo tecnico e brevilineo, pur avendo giocato a lungo in squadre come Psg e Monaco, la sua carriera è stata inferiore ai mezzi tecnici di cui era in possesso anche a causa di un carattere tutt’altro che accomodante, che lo ha spesso e volentieri portato allo scontro con i propri club.

Psg, l’ex Rothen prende posizione su Conte

Ebbene l’ex nazionale francese non sembra avere perso vis polemica e schiettezza neppure nei panni dell’opinionista, come dimostrato dalle taglienti dichiarazioni rilasciate a ‘Rmc Sport’ riguardo al possibile approdo di Antonio Conte sulla panchina del Psg. La possibile scelta della società parigina di puntare sull’attuale manager del Tottenham per la successione di Mauricio Pochettino è stata stroncata senza mezzi termini da Rothen, evidentemente deluso dalle richieste d’ingaggio attribuite dalla stampa a Conte, peraltro smentite seccamente dall’entourage del tecnico salentino.

Allenatori, la classifica dei più pagati al mondo: tre "italiani" nella top 10

Guarda la gallery

Allenatori, la classifica dei più pagati al mondo: tre “italiani” nella top 10

Rothen stronca anche Leonardo: “Serve un nuovo direttore sportivo”

Al Psg non serve Conte – il parere dell’ex giocatore espresso durante la propria rubrica ‘Rothen s’enflamme’ – Il club ha bisogno di ricostruirsi un’immagine, di persone appassionate che diano tutto per rilanciare la squadra. Non sto dicendo che Conte non lo sia, ma in base a quanto leggo mi sembra sia più interessato al suo libretto degli assegni”. Rothen ha poi aggiunto che la prima necessità del Paris dovrebbe essere quella di dotarsi di un nuovo direttore sportivo, bocciando evidentemente in modo implicito il lavoro di Leonardo: “Ci serve un direttore sportivo che abbia idee chiare e che siano in linea con i valori del club che vanno con i valori e l’istituzione del Paris Saint-Germain . Questa è la cosa più importante“.

Psg, contatti per Antonio Conte

Guarda il video

Psg, contatti per Antonio Conte

“Stéphan allenatore ideale per il nuovo Psg”

Tornando a Conte, Rothen specifica poi di apprezzare la grinta dell’ex tecnico di Juve e Inter e la sua capacità di integrarsi rapidamente nei club che va ad allenare, ribadendo però la necessità che il Psg, per mettere sotto contratto l’ex ct dell’Italia, non debba accettarne in toto le richieste economiche: “Non sono sicuro che Conte non sia l’allenatore ideale, dico che non deve venire solo per i soldi. Conte si identifica presto nei club che allena, ma nel Psg storico, quello di un tempo, non sarebbe mai accaduto di prendere un allenatore e dargli tanti soldi. A quel punto sarebbe l’FC Conte e non il Psg”. L’identikit dell’allenatore ideale, secondo Rothen, risponderebbe quindi a un nome a sorpresa, almeno per il grande pubblico, quello del giovanissimo figlio d’arte Julien Stéphan, attualmente alla guida dello Strasburgo: “Penso che puntare su Stéphan sarebbe l’idea migliore” ha concluso Rothen.

Precedente "Barcellona, tutto su Morata se non arriva Lewandowski" Successivo La confessione di Wanda Nara: "Il falso scoop che allontanò Icardi dall'Inter"

Lascia un commento