Ronaldo e quella frase che ora stona: “Io in Arabia? Ho una dignità…”

Alla fine Cristiano Ronaldo ha scelto i milioni dell’Arabia Saudita e dell’Al Nassr, che lo copriranno d’oro per due anni e mezzo fino al 2025: circa 70 milioni di ingaggio a stagione, una cifra enorme. Eppure, pochi anni fa – era il 2015 – CR7 giurava di terminare la sua carriera “con dignità” in un top club, promettendosi di non andare a giocare nei campionati del Medio Oriente e in MLS. “Non mi ci vedo”, diceva in un’intervista concessa alla tv inglese. E invece…

La frase di Ronaldo nel 2015

Nel 2015 Cristiano era ancora il bomber del Real Madrid, lì avrebbe giocato ancora fino al 2018 prima di passare alla Juventus. E forse non immaginava che nel 2022 la sua scelta di accettare i soldi sauditi avrebbe contraddetto la sicurezza ostentata pochi anni prima. “Mi restano ancora sei o sette anni e voglio finire la mia carriera al top, con dignità, in un grande club. Questo non significa che andare negli Stati Uniti, in Qatar o a Dubai non sia buono, ma io non mi vedo lì”, dichiarava. Oggi il presente dice altro, anzi dice esattamente il contrario, e quella frase ritorna di moda con un pizzico di ironia.

Cristiano Ronaldo, le prime foto con la maglia dell'Al Nassr

Guarda la gallery

Cristiano Ronaldo, le prime foto con la maglia dell’Al Nassr

Precedente Cuadrado out, Allegri sfoglia la margherita: emergenza a destra, le soluzioni Successivo Lazio, Romero e il sogno Sub-20: Sarri potrebbe dire no

Lascia un commento