Romagnoli: “Lazio, ti porto in Champions. Nesta? Un idolo, ma niente paragoni”

FORMELLO Alessio Romagnoli ha coronato il suo sogno di vestire la maglia della Lazio. È arrivato a parametro zero dal Milan, ha sposato il progetto biancoceleste senza esitare. Si sente già a casa e in conferenza stampa, a Formello, ha commentato i suoi primi giorni con l’aquila sul petto. Ma prima la parola al ds Igli Tare: “Per me è una giornata molto bella, abbiamo il piacere di presentare due grandi acquisti. Grazie anche a Lotito per l’aiuto nelle ultime fasi delle trattative. Romagnoli e Vecino arricchiscono molto il valore di questa squadra. Alessio è un piacere presentarlo, per lui è un sogno che si avvera. Un bambino tifoso che per tanti anni ha avuto nel suo cassetto questo sogno. Dopo anni di incontri nei vari stadi pensando a questo giorno. È un giocatore di grande esperienza, capitano del Milan. Darà spessore in campo e fuori con la sua esperienza al fianco di grandi campioni”.

Lazio, Lotito presenta Romagnoli e Vecino: ecco le foto ufficiali

Guarda la gallery

Lazio, Lotito presenta Romagnoli e Vecino: ecco le foto ufficiali

Le parole di Romagnoli

“Ho sperato di venire alla Lazio, è tanto che parlavamo di questa opportunità. Ringrazio Lotito e Tare, è stato sempre il mio sogno. Ero sicuro di venire qui un giorno. La mia famiglia mi ha sempre supportato, sono stati felicissimi come me. Mi sento bene, sto meglio. Manca ancora qualcosina, ma meglio di prima. Pioli e Sarri? Con Maurizio è un gioco più tattico, più adatto a me e che mi piace di più. L’accoglienza dei tifosi? Emozionante, molto bello. Sono sempre a supportare la squadra, toccherà a noi, a me, ricambiare tutto questo affetto”.

Romagnoli e gli obiettivi

“Centrare la Champions League è l’obiettivo della squadra. Il gruppo è forte, l’ho sempre detto a Tare negli anni scorsi. Il mio obiettivo? Voglio giocare di più rispetto allo scorso anno, devo cercare di dare il massimo. Il paragone con Nesta non si deve fare, ogni giocatore è diverso. Un idolo per me e per tanti giocatori. L’emozione è tanta, ho sempre sognato di giocare per la Lazio. Nesta lo conosco, ma non ho parlato con lui. L’ho visto l’anno scorso a Milanello. Ho fatto il percorso inverso rispetto a lui, dopo tanti anni un giocatore biancoceleste torna qua. Uno step importante della mia vita, vuol dire fare qualcosa di importante con questa squadra. Anche lo scorso anno la squadra poteva combattere per la Champions, giocarci contro è stata dura. Quest’anno è ancora più forte. Mihajlovic? Un grande e per me è stato importantissimo sia alla Sampdoria che al Milan. Un punto di riferimento per me. Sapete quanto voi tifosi siete importanti, solo insieme possiamo raggiungere grandi obiettivi”.

Romagnoli: "Ho sperato di venire alla Lazio"

Guarda il video

Romagnoli: “Ho sperato di venire alla Lazio”

Precedente Juve, assalto a Kostic: 12 milioni più bonus per superare il West Ham Successivo Lazio, Lotito: "Vi racconto come ho preso Romagnoli"

Lascia un commento