Roma, timori confermati per Mkhitaryan: lesione al flessore, venti giorni di stop

Assenza pesante per Mourinho che spera di riavere l’armeno a disposizione per l’ultima gara di campionato e, in caso, per la finale di Conference League

Quello che si temeva è stato confermato dagli esami: Henrikh Mkhitaryan durante Leicester-Roma ha riportato una lesione al flessore della coscia destra e resterà fuori circa venti giorni. La speranza – e l’obiettivo – della Roma è quello di riaverlo a disposizione per l’ultima partita di campionato a Torino ma, soprattutto, per la finale di Conference League a Tirana del 25 maggio. Prima però la Roma deve conquistarselo, l’ultimo atto della coppa, e per farlo deve battere gli inglesi giovedì prossimo all’Olimpico.

Assenza pesante

—  

Giocatore fondamentale per Mourinho, sarà sostituito a centrocampo da Oliveira e Veretout, che si alterneranno (domani con il Bologna il portoghese è squalificato) e da Pellegrini che, come personalità, dovrà ancora di più prendere in mano la squadra. Il tutto in attesa di rinnovare il contratto in scadenza a giugno: finora tutto era rimasto in stand-by anche per le condizioni di Mino Raiola, a cui Micki era ed è legato da un enorme affetto. Saranno i suoi collaboratori, adesso, ad occuparsi del rinnovo.

Precedente È morto Mino Raiola, l'annuncio sui social da parte della famiglia Successivo I numeri spingono l’Inter, ma Inzaghi deve stare attento ai finali dell'Udinese

Lascia un commento