Roma, stallo rinnovi: ansia Smalling, stop Zaniolo

ROMA – La seconda parte di stagione è ormai alle porte, sei mesi intensi per la Roma che ha l’obiettivo (sportivo e finanziario) di tornare tra le prime quattro della classifica per qualificarsi in Champions e guadagnare un tesoretto utile per la prossima finestra del mercato estivo. Se adesso infatti le operazioni in entrata (e fin qui anche quelle in uscita, se non per le partenze di Tripi ai finlandesi del Mura e di Satriano agli olandesi dell’Heracles, entrambi a zero con percentuale sulla rivendita) sono in stallo – complice la situazione economica del club e l’accordo stipulato con la Uefa -, la Roma dovrà lavorare subito sui rinnovi di contratto.

Finalmente Solbakken: il norvegese "alla scoperta" di Trigoria

Guarda la gallery

Finalmente Solbakken: il norvegese “alla scoperta” di Trigoria

Ansia Smalling

Una delle situazioni più spinose naturalmente è quella legata a Smalling. Perché tecnicamente il difensore centrale già adesso potrebbe siglare un pre accordo con un altro club e, quindi, giocare con un’altra maglia la prossima stagione. Nessun allarmismo fin qui, ma il contratto scade a giugno e diversi club italiani ed esteri hanno già chiesto informazioni all’entourage. Smalling ha un’opzione di rinnovo per un’altra stagione (alle stesse cifre) che potrà esercitare dopo il 50% delle partite giocate: il giocatore ha chiesto tempo per riflettere prima di prendere una decisione, la Roma come risposta gli ha offerto un contratto biennale ma con uno stipendio più basso rispetto ai 3,5 milioni di euro netti che percepisce dal 2020. Attenzione alla Premier League e all’Inter che fiuta il secondo colpo a zero dopo quello di Mkhitaryan e ha già allacciato i contatti con l’agente del difensore. 

Roma, la cantera cresce: guarda il nome nuovo che si allena con Mourinho

Guarda la gallery

Roma, la cantera cresce: guarda il nome nuovo che si allena con Mourinho

Belotti e il Faraone

Gennaio sarà un mese importante per delineare il suo futuro, ma anche quello di Belotti che fin qui ha deluso le aspettative e ha bisogno di giocare (deve raggiungere ventuno presenze da 45 minuti e un certo numero di gol) per far scattare il rinnovo biennale. Stesso discorso per El Shaarawy che deve convincere Mourinho a far scattare entro il primo giugno l’opzione per un altro anno di contratto. Dovrebbe essere una formalità invece il rinnovo di Matic (uno degli uomini del tecnico), mentre va solo annunciato quello di Cristante (3,5 milioni netti fino al 2027).  

Roma, El Shaarawy aspetta il rinnovo

Guarda il video

Roma, El Shaarawy aspetta il rinnovo

Stallo Zaniolo

Per tutti gli altri invece è stand by: Zalewski è ancora in attesa di ricevere un adeguamento del contratto dopo l’exploit dell’ultima stagione e la convocazione al Mondiale, Spinazzola (2024) dovrà mostrare di aver definitivamente superato l’infortunio e di poter tornare ai suoi livelli. Poi naturalmente c’è Zaniolo. Nessun incontro con la Roma, nessun contatto importante con l’agente. Una situazione non proprio tranquilla né per il giocatore, né per Mourinho che vuole puntare sul ragazzo anche per il futuro. La Roma vuole prima valutare le sue prestazioni e ha scelto di aspettare: i tifosi sperano non troppo.  

Roma, perché l’Olimpico è sempre sold out: Effetto Mourinho, ma anche Effetto Friedkin

Guarda il video

Roma, perché l’Olimpico è sempre sold out: Effetto Mourinho, ma anche Effetto Friedkin

Precedente Lazio, Luis Alberto corre verso la panchina Successivo Isco in Serie A, è fatta: Juventus, Inter e Milan beffate

Lascia un commento