Roma, Spinazzola ringrazia Bonucci e Chiellini: ecco perché

Il peggio è ormai alle spalle per Leonardo Spinazzola, reduce dalla rottura del tendine d’Achille a luglio, durante gli Europei, e ora sulla via del recupero. Il terzino sinistro della Roma è tornato a parlare del trionfo estivo con la nazionale, ricordando che è stato lui a ritirare la medaglia d’oro per primo a Wembley, su iniziativa dei suoi compagni azzurri: “Quando l’ho presa ero emozionatissimo – ha rivelato Spinazzola, ospite di Verissimo nella puntata che andrà in onda sabato 9 ottobre alle 16.30 su Canale 5 – è stato un gesto bellissimo di Chiellini e Bonucci e di tutta la squadra che ringrazio ancora. Mi hanno detto che me la meritavo. In quei giorni ho vissuto un’altalena di emozioni pazzesche”. 

Spinazzola: “Ora mi sento un leone”

Alla conduttrice Silvia Toffanin che gli chiede cos’abbia provato nei momenti successivi all’infortunio, Spinazzola racconta: “Dopo venti minuti ho fatto una videochiamata alla mia famiglia dallo spogliatoio e mi è tornato subito il sorriso, anche se loro avevano il viso pieno di lacrime. Fa parte del gioco, io vado avanti e mi godo quello che ho. Questo stop mi ha dato un’ulteriore forza interiore e mi ha fatto crescere molto: ora mi sento un leone”. Il giocatore della Roma dovrebbe rientrare in campo tra novembre e dicembre: “Adesso sto bene, questo sarà il mese più importante perché dovrò fare un lavoro più di qualità che di quantità. Le stampelle le ho lasciate da quattro settimane e adesso sto riniziando a camminare bene”.

TuttoSport.fun, gioca gratis, fai il tuo pronostico e vinci!

Precedente La solitudine di Bastoni: chi insieme a lui per la difesa della Nazionale del futuro? Successivo Zero minuti - Roma, Spina e gli ultimi reduci dei tanti esuberi di Trigoria

Lascia un commento