Roma, rivoluzione in mezzo: Celik e poi occhi su Frattesi e Solbakken

Il turco del Lilla può arrivare in cambio di Veretout. Piace l’azzurro e c’è l’idea Berardi se parte Zaniolo

Il terremoto è solo all’inizio. L’arrivo di Nemanja Matic – che ha lasciato le vacanze in Turchia per tornare a Belgrado e oggi potrebbe anche sbarcare a Roma per le visite mediche e firmare il contratto – è il primo tassello di una rivoluzione che vede l’epicentro a centrocampo, ma non solo.

Celik a un passo

—  

Proprio il serbo ha prenotato già un posto da titolare per la prossima stagione, sulla carta a fianco di Bryan Cristante, che entro l’estate dovrebbe prolungherà il contratto con il club giallorosso, pronto a respingere le lusinghe del Milan. Se invece i rossoneri facessero una proposta interessante, occhi anche su Mandragora. In partenza, con l’eccezione del baby Bove, ci sono comunque praticamente tutti gli altri. Si comincia da Veretout, che piace in Francia, soprattutto al Marsiglia. La dirigenza lo valuta circa quindici milioni, ma potrebbe essere anche inserito in una trattativa con il Lilla per avere il terzino destro Zeki Celik, che ha il contratto in scadenza nel 2023, pronto a fare coppia con Karsdorp sulla fascia. L’accordo col nazionale turco, infatti, è stato già trovato e a Trigoria si respira ottimismo sul fatto che l’affare possa concludersi a breve. Tornando al centrocampo, le cui cessioni fungono da cassa, in uscita ci sarà senz’altro Diawara, che ha estimatori in Premier League e in Francia, così come Darboe, il giovane lanciato da Fonseca, ma che con Mourinho non ha avuto molta fortuna. Dalla Spagna, poi, è ancora incerto il riscatto di Villar da parte del Getafe. Se tornasse a Trigoria, comunque, il ragazzo sarebbe solo per trovare un’altra sistemazione, perché non rientra nei piani della società. Da definire, inoltre, la situazione di Oliveira. Lo Special One vorrebbe che restasse, ma la Roma non intende spendere i circa 13 milioni chiesti dal Porto e quindi o arriverà uno sconto robusto, oppure la società giallorossa spera che i portoghesi acconsentano a cederlo in prestito ancora per una stagione. Una volta fatta la rivoluzione, si penserà ai rinforzi. E in questo senso piace tanto Davide Frattesi, 22 anni, prodotto di Trigoria ceduto al Sassuolo. Il club neroverde per il momento chiede una cifra intorno ai 35-40 milioni che potrebbe portare il ragazzo solo in Premier. Se però con il prosieguo del mercato la quotazione scendesse intorno ai 20 milioni, la Roma potrebbe entrare in scena, forte del gradimento (enorme) del ragazzo e del fatto che ha una quota sulla rivendita pari al 30% da scalare sull’importo. Sempre dal Sassuolo, interessa anche Berardi in caso di addio di Zaniolo.

In attacco

—  

A proposito di riscatti, c’è da risolvere anche la questione legata a Kluivert. L’attaccante al Nizza ha fatto abbastanza bene, ma per comperare il cartellino la società francese vorrebbe uno sconto rispetto ai 15 milioni pattuiti. La Roma però, forte dell’interesse anche di Marsiglia e Monaco, per il momento non intende concederlo. Inutile dire che la liquidità di questi tempi fa comodo a tutti. Ad esempio, anche per chiudere la trattativa Solbakken, il cui contratto con il Bodo Glimt scadrà a dicembre. Il club norvegese vorrebbe tenerlo per parte dell’estate per impiegarlo nei preliminari. Per sbloccarlo subito, perciò, un indennizzo agli ex rivali di Conference andrà dato. Per questo i contanti servono sempre.

Precedente Zlatan non molla la Svezia: a fine carriera sarà "ambasciatore" Successivo Diretta Italia-Ungheria ore 20.45: probabili formazioni, dove vederla in tv e in streaming

Lascia un commento