Roma, quinta edizione dei social camp per i bambini in condizioni di fragilità

Prosegue l’impegno del Club a supporto della comunità con i camp estivi gratuiti in favore dei bambini della Capitale provenienti da contesti sociali difficili.  Questo il comunicato del club giallorosso: “L’AS Roma Social Camp, giunto alla quinta edizione, si svolgerà dall’1 al 12 luglio all’interno del Circolo Sportivo Dabliu Eur, con il contributo del Consiglio Regionale del Lazio. Il Forum Terzo Settore, le parrocchie e la Presidenza del IX Municipio, che fanno parte del community network del Club, si sono attivati per segnalare i bambini della città che vivono in condizione di vulnerabilità economica e sociale ai quali offrire un’esperienza ludica e formativa di qualità durante le vacanze estive. Tra le novità di quest’anno, la preziosa collaborazione della Caritas di Roma, grazie alla quale parteciperanno per la prima volta all’AS Roma Social Camp anche i bambini del centro di accoglienza “Santa Bakhita”, in linea con la policy di Sostegno ai Rifugiati inclusa nella strategia di sostenibilità del Club. Tutti i partecipanti svolgeranno le attività sportive coordinate da uno staff di tecnici giallorossi in due sessioni quotidiane, intervallate dal pranzo e da attività di carattere formativo. Tra queste, lezioni per prevenire e contrastare fenomeni di bullismo e cyberbullismo, lezioni di giornalismo per un uso consapevole dei media ed incontri di sensibilizzazione realizzati con il contributo dell’Ente Regionale Roma Natura: un’opportunità divertente e formativa per avvicinarsi a un modo di vivere sostenibile sia dal punto di vista ambientale che etico conoscendo la biodiversità e la sua importanza per il territorio. Due settimane all’insegna del divertimento, dell’inclusione e della condivisione, secondo lo spirito che anima da sempre le attività del Club all’interno della propria community. Previsto anche il contributo di due partner dell’AS Roma come HDI Assicurazioni, che fornirà le necessarie coperture assicurative allo staff e ai partecipanti, e Toyota/KINTO, che si occuperà del servizio navetta per i bambini rifugiati mettendo a disposizione le vetture del servizio “Unstoppable – Superiamo gli Ostacoli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Briatore boccia Spalletti: "Ho parlato con Allegri durante Svizzera-Italia, mi ha detto..." Successivo Zielinski, addio al Napoli sui social: spunta il commento di Di Lorenzo

Lascia un commento