Roma, perché Azmoun ha chiesto scusa dopo il gol al Frosinone

Sardar Azmoun e Dean Huijsen, due facce della stessa medaglia. Se il difensore, ex Juve, provocato con fischi fin dal primo minuto, segna ed esulta portandosi il dito alla bocca per zittire tutti, l’attaccante si scusa dopo la sua rete. Il motivo? Azmoun segna sotto la curva del Frosinone e, al settimo cielo, fa la linguaccia. Poi capisce di essere davanti al settore più caldo del tifo del Frosinone e si scusa. Baldanzi lo guarda stupito, non capisce, ma Azmoun continua a scusarsi, perché non vuole che la sua esultanza sia vista come una provocazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Bundesliga, Bayern in caduta libera: tracollo col Bochum. Leverkusen in fuga Successivo Ligue1: il Monaco cade contro il Tolosa, il Rennes si avvicina alla zona Conference