Roma, nessun dubbio su Dzeko: il capitano resta Pellegrini

Il capitano è Lorenzo Pellegrini: la Roma non torna indietro. Nonostante la richiesta inoltrata dal comitato di spogliatoio, composto dallo stesso Pellegrini e da altri quattro giocatori italiani (Mancini, Cristante, Spinazzola e Mirante) la società non ha cambiato idea. Dzeko può essere utilizzato liberamente da Fonseca, che ha totale autonomia nelle scelte tecnico-tattiche, ma la proprietà e la dirigenza hanno dettato la linea sulla questione più delicata e non intendono modificarla. Domenica contro l’Udinese, anche se Dzeko dovesse giocare titolare, la fascia finirà sul braccio di Pellegrini.

Roma, Pellegrini romano e capitano: da Ferraris a Totti, la storia

Guarda la gallery

Roma, Pellegrini romano e capitano: da Ferraris a Totti, la storia

Milan decisivo per le nuove gerarchie

Ieri è stato un giorno di riflessioni in casa Roma. Sfruttando il mercoledì di riposo della squadra, i dirigenti si sono confrontati per capire come gestire la situazione: non ci saranno novità. La squadra è stata informata. Anche se Tiago Pinto aveva annunciato un provvedimento temporaneo, non era pensabile che la Roma annunciasse il cambio del capitano e dopo una settimana rivedesse la decisione su sollecitazione dei giocatori. Sarebbe passato un messaggio non corretto. Dzeko, da parte sua, ha apprezzato l’intervento dei compagni che hanno provato a ricomporre lo strappo. E continuerà ad allenarsi da professionista per recuperare il posto in squadra, nelle ultime settimane affidato a Borja Mayoral. In questo senso tanto Dzeko quanto Fonseca sono aiutati dal calendario fitto: tra campionato ed Europa League, con cinque partite in tre settimane, i due centravanti si alterneranno tra un impegno e l’altro. Soltanto in occasione dell’ultimo test del mini-ciclo, quello contro il Milan in programma domenica 28, si capiranno le nuove gerarchie dell’attacco.

Roma, per andare in Champions serve Dzeko

Guarda il video

Roma, per andare in Champions serve Dzeko

Le scelte di Fonseca

Ma allora chi gioca contro l’Udinese? Se Dzeko è quello visto nell’ultima mezz’ora a Torino, non ha chance. Ma dopo un’altra settimana di lavoro atletico le sue condizioni possono essere migliorate. Borja Mayoral inoltre non è stato brillante contro la Juventus. Fonseca terrà conto anche del Braga, la sua ex squadra, che sfiderà nel primo round in Portogallo quattro giorni dopo. Valuterà chi sta meglio sotto l’aspetto fisico, congelando il rancore verso Dzeko che nelle ultime settimane era sembrato un corpo estraneo alla squadra e anche in qualche allenamento aveva suscitato il disappunto dello staff tecnico. Sensazioni di metà settimana: domenica gioca ancora Borja Mayoral, con Dzeko rilanciato dall’inizio in Europa League.

Leggi l’articolo completo sull’edizione odierna del Corriere dello Sport-Stadio

Roma, riecco Pedro: allenamento in gruppo

Guarda la gallery

Roma, riecco Pedro: allenamento in gruppo

Precedente Napoli, Gattuso traballa: ecco la situazione Successivo Lite Agnelli-Conte, nessun provvedimento del giudice sportivo

Lascia un commento