Roma, Maksimovic è più di un’idea: la strategia di Tiago Pinto

ROMA – La Roma ci riprova. Mancano pochi giorni alla chiusura anche della finestra del mercato degli svincolati e torna d’attualità il nome di Nikola Maksimovic, rimasto senza squadra dopo l’ultima stagione nel Genoa retrocesso, ma con esperienze in serie A anche con Torino e Napoli. Alla fine della sessione estiva di mercato Mourinho aveva chiesto un ultimo piccolo sforzo alla società per aggiungere un difensore, ma domenica scorsa Tiago Pinto nel pre partita di Udine aveva dichiarato che il mercato della Roma era chiuso. Gli ultimi risultati potrebbero far cambiare strategia. Maksimovic aveva avuto offerte dalla Turchia, dove il mercato si è chiuso giovedì. Il difensore da poco si è affidato allo studio Tonucci&partnership. I primi contatti con la Roma risalgono al 20 agosto scorso, a trentuno anni Maksimovic può essere un’alternativa per la difesa giallorossa, dove i titolari sono costretti a fare gli straordinari. I contatti con l’entourage del difensore continuano, è stato proposto alla Roma conoscendo le carenze di organico del club giallorosso e potrebbe arrivare con un ingaggio base molto basso, più alcuni bonus legati alle presenze. La società giallorossa deve rispettare il bilancio e considerato che gli ultimi due fuori rosa rimasti, Bianda e Coric, hanno rifiutato fino all’ultimo qualsiasi tipo di soluzione, provocando il risentimento di Tiago Pinto, l’arrivo di un altro calciatore non può comportare costi eccessivi.

Ludogorets-Roma: Dybala è solo, Belotti soffre. Le pagelle giallorosse

Guarda la gallery

Ludogorets-Roma: Dybala è solo, Belotti soffre. Le pagelle giallorosse

Maksimovic, le perplessità

Maksimovic è un difensore di esperienza che fa della carica agonistica una delle sue principali qualità. Nell’ultima stagione ha saltato 23 partite per uno stiramento, che poi ha avuto due ricadute. Oltre alle 14 partite con il Genoa, in serie A ha messo insieme anche 76 presenze con il Torino e 99 con il Napoli. Inoltre in campo internazionale vanta 35 presenze con la Stella Rossa e 11 con lo Spartak Mosca. Conosce il calcio italiano e ha grande esperienza della difesa a tre. Potrebbe inserirsi senza troppi problemi di ambientamento. Gli agenti del difensore hanno riavviato i contatti con la Roma, nella speranza di trovare una sistemazione in extremis al difensore serbo. Pinto è orientato ad aspettare gennaio, quando potrebbe riaprirsi anche la trattativa con il Sassuolo per Frattesi, ma gli ultimi risultati negativi potrebbero essere determinanti. Resta qualche perplessità per le sue condizioni fisiche. Tiago Pinto valuterà anche altri profili, come quelli di Zagadou e Denayer, offerti da tempo al club giallorosso, ma non è escluso che alla fine si attenda la finestra di mercato di gennaio, per avere un giocatore sul quale puntare anche per il futuro e non solo per completare numericamente la rosa.

Roma, i rinnovi

Il direttore generale della Roma nei prossimi giorni comincerà a trattare anche i rinnovi di contratto. Oltre quello prioritario di Zaniolo, è previsto anche il prolungamento per Cristante, con tre milioni di euro l’anno fino al 2026, e l’adeguamento per Zalewski, che ha un ingaggio quasi da Primavera.

Coppe europee: dove hanno sbagliato Inter, Roma e Fiorentina

Guarda il video

Coppe europee: dove hanno sbagliato Inter, Roma e Fiorentina

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente La strategia di Allegri: nove punti per rilanciare la Juve Successivo Vecino e il sogno Champions della Lazio

Lascia un commento