Roma, le strategie di mercato: il futuro di Abraham e Ibanez. E su Ndicka…

ROMA – Prende corpo la strategia di mercato della Roma per i prossimi mesi. Il club giallorosso è alla ricerca di calciatori svincolati, anche giovani, che non comportino quindi esborsi economici se non per il contratto. Friedkin e Tiago Pinto sono condizionati dal patteggiamento con l’Uefa sul fair play finanziario e non possono fare il passo più lungo della gamba. Anche per questo possono finire sul mercato Abraham e Ibañez più alcuni giovani che Mourinho ha valorizzato. Difficilmente Bove e Zalewski, ma piuttosto Volpato e altri ragazzi che hanno fatto capolino tra i grandi dalla Primavera. 

Pinto piace al Liverpool, piace Ndicka

Lo stesso general manager Tiago Pinto non è sicuro del suo futuro alla Roma: ieri, dal Portogallo, sono rimbalzate voci di un interessamento del Liverpool nei confronti del gm lusitano. Per quanto riguarda gli acquisti, invece, è stato già chiuso l’accordo con il centrocampista franco-algerino Houssem Aouar, che arriva a parametro zero dal Lione. Pinto è poi al lavoro per ingaggiare altri parametri zero, primo fra tutti il difensore centrale mancino che Mourinho vuole da tempo: in cima alla lista c’è Evan Ndicka, 23enne francese che si libera a giugno dall’Eintracht Francoforte. La Roma ha incontrato tre volte i manager del difensore e, dopo le comprensibili cautele dei primi sondaggi, è ora convinta di poter andare a dama, perché la concorrenza (Barcellona in testa) non ha presentato le offerte che l’entourage di Ndicka auspicava. La società giallorossa ha messo sul piatto un contratto di cinque anni da due milioni netti a stagione, oltre il doppio dello stipendio che il calciatore percepisce ora in Bundesliga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente La 'gufata' di Pioli all'Inter: "Finale? Conta chi la vince…" Successivo Ancelotti e il discorso al Real Madrid che svela il suo segreto Champions