Roma, la lunga attesa per gli abbonamenti. Ironia social: “Più lenti di…”

Mattinata turbolenta per i tifosi giallorossi: in migliaia in coda (virtuale) davanti a smartphone e pc, 300 all’Olimpico. Solo poco più di 150 riescono ad acquistare la tessera

A voler vedere il bicchiere mezzo pieno si può dire che i tifosi della Roma sono così impazienti di avere di nuovo la loro tessera che hanno mandato in crash il sistema. A volerlo vedere mezzo vuoto si può dire come la mattinata dei romanisti che volevano rinnovare il proprio abbonamento (prelazione fino a giovedì) o acquistarlo da capo sia stata, invece, un inferno. In migliaia in coda (virtuale) davanti a smartphone e pc, circa 300 persone in coda all’Olimpico. Ma solo poco più di 150 persone sono riuscite nell’impresa. Tanto che la Roma, che si appoggia al sistema di VivaTicket, ha dovuto fare un tweet: “Il grande entusiasmo per la vendita degli abbonamenti ha generato lunghi tempi di attesa. Al fine di ottimizzare il processo, la vendita ripartirà alle ore 16. Ringraziamo i tifosi e ci scusiamo per il disagio”.

battute e polemiche

—  

Tra i romanisti c’è chi si è infuriato (“non posso perdere una giornata al lavoro per starvi dietro, dovevate provvedere perché non è la prima volta che il sistema non regge”) e chi, invece, la prende con ironia. Di certo, nessuno desiste. “La Roma ha deciso di superare a destra Dazn”, scrive un utente su Facebook mentre un altro, in riferimento all’omino virtuale che indica la coda, scrive: “Se continua così arriva nel 2024 a Parigi”. E poi, ancora: “Ce la facciamo per Roma – Napoli sì?”, “Il mio capo pensa che stia preparando la relazione migliore del secolo davanti al computer”, “Mi pesa di meno aspettare mia moglie da Zara”. Nelle radio tante le telefonate di tifosi infuriati: “Ci vuole rispetto per l’amore della gente”, uno dei centinaia di messaggi degli ascoltatori. Anche in questo caso, però, c’è chi prova a scegliere la strada dell’ironia: “Ma chi c’è ai terminali? Nzonzi, visto quanto so’ lenti?”. In attesa delle 16, tra sorrisi e rabbia, si prova ad ingannare anche così la (lunga) attesa.

Precedente Atalanta, Djimsiti operato in mattinata: ecco i tempi di recupero Successivo L'Albania sogna il Mondiale grazie al baby Broja: domani "spareggio" con la Polonia

Lascia un commento