Roma, la furia dei tifosi: “Arbitri, i Friedkin si facciano sentire”

Sui social e in radio i supporter giallorossi sostengono le proteste della squadra e di Mourinho dopo il rigore concesso alla Fiorentina

“Dai Banti della vita ci salvano i Mourinho della vita”. Ecco, la sintesi del pensiero romanista è tutta in questa frase che dice un ascoltatore a una radio. Sono solo le 7.45 di mattina quando, in tutte le principali trasmissioni dell’etere romanista, i tifosi si schierano ancora una volta compatti intorno alla Roma e al suo allenatore. Non che ci fossero dubbi, visto quanto accaduto già ieri sera nel post partita di Firenze, anzi, durante i 90’. Dal rigore concesso alla Fiorentina per i romanisti il tema era uno solo, l’arbitro. L’analisi, tra social e radio, mette tutti d’accordo: “La Roma era stanca, non ce la faceva e probabilmente la Fiorentina avrebbe vinto lo stesso. Ma ci hanno ammazzato dopo 5’ e non è la prima volta”. Di fatto, il pensiero di Mou e della società.

La voce della proprietà

—  

I tifosi chiedono, anche dopo le parole di Pinto, l’intervento “della proprietà, è ora che i Friedkin facciano come facevano Sensi e Viola”. E anche se qualcuno prova a prenderla con ironia (“il Feyenoord chiede un arbitro italiano per la finale”) a farla da padrone sono rabbia e senso di ingiustizia: “Non ci hanno dato la possibilità di arrivare in Europa tranquillamente. Dal derby d’andata in poi è stato uno stillicidio”. E, ancora: “Il gol della Lazio a La Spezia sta falsando tutto”, “stanno facendo pagare a Mourinho il passato, il presente e forse pure il futuro”, “senza gli arbitri saremmo arrivati in Champions”.

Niente spaccature

—  

La certezza è che, se in passato, quando si parlava di arbitri molti tifosi si spaccavano tra chi pensava che fosse “una roba troppo da lamentosi” e chi, invece, pensava che “dal gol di Turone in poi è tutta un’agonia”, stavolta non c’è romanista che non sia dalla parte dell’allenatore e della società. “Stanno provando a fermarci in tutti i modi, non è un caso che in Europa siamo riusciti ad arrivare fino in fondo”. Già l’Europa, la Conference: tutto il pensiero del mondo giallorosso, alla fine, si sposta lì. “Non ci mandano dal campionato, ci andremo vincendo a Tirana”, l’auspicio che si sentiva di più stamattina nelle radio. Con una postilla: “Contro tutti i Banti del mondo, noi abbiamo Josè”.

Precedente Idee, competenza e zero polemiche: ecco come l'antidivo Pioli ha fatto il salto di qualità Successivo Marcelo cacciato dal Lione per flatulenze/ "Fuori per comportamento inappropriato"

Lascia un commento