Roma, Karsdorp: il nodo ingaggio frena il Monza

ROMA – Sbloccare il mercato è difficile ma non impossibile. Basta racimolare denaro, attività alla quale si sta dedicando da settimane Tiago Pinto. La Roma, che ha già aggiunto alla rosa uno stipendio ingaggiando a parametro zero Solbakken, deve piazzare due giocatori per poterne inserire un altro, per rispettare il patteggiamento con l’Uefa che impone un equilibrio finanziario rigido tra entrate e uscite. I nomi caldi sono sempre i solidi: Shomurodov e Karsdorp, per motivi diversi finiti ai margini del programma tecnico di Mourinho. 

Roma-Genoa, la probabile formazione di Mourinho

Guarda la gallery

Roma-Genoa, la probabile formazione di Mourinho

L’attaccante

Shomurodov piace al Torino, che sta valutando la cessione di Sanabria nonostante il gol segnato a Salerno. Ma non è andato oltre alla richiesta di un prestito con diritto di riscatto. Tiago Pinto chiede l’obbligo, che consenta di pianificare una cessione certa per l’estate. Costato 17,5 milioni più bonus nel 2021, ammortamenti inclusi dev’essere venduto per una cifra intorno ai 10-11 per non procurare una minusvalenza di bilancio. La soluzione alla fine si potrebbe trovare a metà strada, come in ogni trattativa: Shomurodov, che ha già dato l’ok al trasferimento al Torino, cambierà squadra in prestito con obbligo di acquisto vincolato a determinate condizioni (numero di presenze e/o gol). 

Serie A, top 11 calciatori meno utilizzati: due sono della Roma

Guarda la gallery

Serie A, top 11 calciatori meno utilizzati: due sono della Roma

L’esterno

Per Karsdorp la situazione è più complessa. Tutti sanno della rottura con Mourinho, derivata dallo sfogo pubblico dell’allenatore dopo la partita di inizio novembre contro il Sassuolo. Karsdorp è entrato anche in rotta di collisione con la società, che in un primo momento aveva provato a mediare per ricomporre la situazione, salvo poi rendersi conto che il problema non riguardava tanto Mourinho, quanto il giocatore. Che vuole andare via subito e non cambierà idea, dopo le difficoltà ambientali riscontrate con una parte della tifoseria. E’ in corso una vertenza tra le parti, che potrebbe essere risolta bonariamente con un trasferimento immediato. Karsdorp ha ricevuto una proposta dal Monza, che è disposto anche a investire sul prestito con obbligo di riscatto in caso di salvezza. Ma qui il problema è lo stipendio: Karsdorp guadagna 2,2 milioni netti e ha il contratto in scadenza nel 2025. Sono troppi soldi anche per la proprietà Berlusconi.

La specialità della Roma di Mourinho: tutti i gol nati da calcio piazzato

Guarda la gallery

La specialità della Roma di Mourinho: tutti i gol nati da calcio piazzato

La strategia

Se riuscirà a piazzare Shomurodov e Karsdorp, più Viña che può andare in prestito al Betis, la Roma si dedicherà ai rinforzi: Mourinho chiede un difensore centrale e un esterno se partirà anche Viña. Nel mezzo invece non sono previste novità: in attesa di Wijnaldum, il cui rientro è ancora lontano, Mourinho ha chiesto la conferma di Edoardo Bove, che considera ormai pronto a giocarsi il posto con gli altri centrocampisti. Capitolo Smalling: Tiago Pinto, prima di Milan-Roma, ha rassicurato i tifosi sulla volontà comune di rinnovare il contratto in scadenza. Ma Smalling è tentato dall’Inter e dal ritorno in Premier e non ha ancora dato una risposta all’ipotesi di prolungamento. 

Roma, Shomurodov e Karsdorp

Guarda il video

Roma, Shomurodov e Karsdorp

Precedente Napoli su Ounahi, il tecnico dell'Angers: "Spero ce lo prestino" Successivo Bereszynski, Quagliarella e lezioni di napoletano

Lascia un commento