Roma fuori dall’Europa League: cosa deve fare ora per andare in Champions

ROMA – La Roma si lecca le ferite dopo l’eliminazione dall’Europa League per mano del Bayer Leverkusen. Oltre a perdere la possibilità di aggiudicarsi la coppa, la squadra di De Rossi vede anche tramontare l’opportunità di qualificarsi per la Champions League, indipendentemente dal piazzamento in campionato. Da regolamento Uefa, infatti, la formazione che vince l’Europa League si qualifica di diritto alla Champions della stagione successiva.

Roma in Champions, come fare

A questo punto la Roma deve raggiungere almeno il quinto posto in campionato per ottenere il pass della prossima Champions. Attualmente i giallorossi sono quinti a 60 punti a pari merito con l’Atalanta, che però deve giocare una partita in più (il famigerato recupero casalingo con la Fiorentina). Sarà quindi fondamentale battere la squadra di Gasperini nel match che ha il sapore dello spareggio, in programma domenica prossima alle 20.45 a Bergamo. Vincendo, la Roma, che all’andata aveva pareggiato 1-1 con i nerazzurri, avrebbe il vantaggio negli scontri diretti in caso di arrivo a pari punti con l’Atalanta a fine campionato. La formazione di De Rossi poi, per essere sicura di non venire superata in classifica, dovrebbe vincere gli incontri delle ultime due giornate di Serie A con Genoa (in casa) ed Empoli (in trasferta).

Esiste un’altra possibilità

Una ulteriore possibilità per i giallorossi sarebbe garantita in caso di sesto posto in campionato con contestuale vittoria dell’Europa League da parte di un’Atalanta che però sia già qualificata alla Champions attraverso il campionato. In questo caso, come specificato dalla Uefa, il posto ulteriore garantito quest’anno grazie al ranking andrebbe alla sesta classificata, ovvero la Roma.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Il Bayer provoca, Frimpong prende in giro la panchina della Roma dopo il gol: è rissa Successivo De Rossi, l'ammissione: "Bayer più forte di noi". Poi la spiegazione su Dybala

Lascia un commento