Roma, Fonseca: “Contro l’Ajax servirà la partita perfetta. Mancini un esempio”

Ha ritrovato Mkhitaryan, gli darà spazio con l,’Ajax?
“Vediamo, Micki è molto importante per noi. Vedremo se avrà spazio con l’Ajax”.

Come sarà la partita con l’Ajax?
“Difficile, l’Ajax in attacco è una squadra fortissima. Sarà una partita difficile, dovremo essere al 100% e non fare nessuno errore difensivo. Il round non è chiuso, per passare serve la partita perfetta”.

Senza Spinazzola cambierà il sistema tattico?
“No, penserò ora alla gara con l’Ajax ma non è facile ora cambiare sistema tattico”.

Un giudizio su Reynolds
“Sta imparando molto, è un giovane ed è arrivato in un calcio diverso. Non è facile per lui, ma oggi ha fatto una bella partita. Mi è piaciuto, nonostante un po’ di nervosismo: ha un grande futuro davanti a sé”.

Queste le dichiarazioni di Fonseca a Roma Tv

Oggi una vittoria importante. L’importante era raggiungere questo risultato.
“Sì, la cosa più importante era fare tre punti. Abbiamo cambiato tanti giocatori, era importante far riposare i più stanchi dalla gara con l’Ajax. Abbiamo avuto difficoltà nei primi 25′, la marcatura a uomo e la pressione alta da parte loro ci hanno creato delle difficoltà, ma la seconda parte della gara è stata totalmente diversa”.

Va sottolineata la grande voglia di aiutarsi da parte dei giocatori.
“Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra, ha capito che era importante difendere questo risultato. Nel secondo tempo abbiamo gestito meglio la palla e fatto meglio difensivamente”.

Che momento sta vivendo Pedro? Forse ha troppa frenesia… Perez aveva molte possibilità per attaccare la profondità invece veniva incontro al pallone. Perché non sfruttare le sue caratteristiche?
“Pedro sta migliorando di gara in gara, con la pressione alta e la marcatura a uomo abbiamo avuto difficoltà a far arrivare il pallone ai tre attaccanti. Quando abbiamo giocato più palloni lunghi sono stati loro ad andare in difficoltà, nel secondo tempo abbiamo avuto più spazio e creato di più. Questa la partita non era facile per Pedro e Perez, era difficile uscire dalla loro pressione. Non vincevamo le seconde palle ed era difficile andare in profondità”.

Mancini ha giocato anche oggi, di lui non si può fare a meno. Mkhitaryan è entrato già pronto: per giovedì c’è qualche possibilità?
“Miki ha fatto solo un allenamento e ha giocato 25′-30′. E’ entrato bene, sono segnali positivi. Vediamo se sarà pronto per l’Ajax. Mancini oggi è stato il nostro capitano, lo ha meritato per il suo atteggiamento sempre molto serio. E’ il giocatore che piace a qualsiasi allenatore, mi piacciono il suo atteggiamento e la concentrazione. Ha fatto una grandissima partita, è un po’ stanco ma è un esempio per la squadra”.

Ten Hag ha cambiato solo due uomini oggi.
“Dobbiamo fare una partita perfetta per passare. L’Ajax è fortissimo specialmente in attacco. Ora iniziamo a preparare questa partita, difficile ma importante”.

Queste le parole di Fonseca in conferenza stampa.

Cosa la rende più felice? Risultato o gestione degli uomini?
“Entrambe. C’erano dei giocatori stanchi, ma era importante vincere. Non abbiamo fatto una grande partita nel primo tempo, con la loro pressione a uomo. Nel secondo tempo abbiamo gestito bene creando situazioni, però mi è piaciuto il fatto che abbiamo vinto”.

Su chi potrà puntare giovedì?
“Ora vedremo. Mkhitaryan ha fatto un solo allenamento con noi e oggi ha fatto 30 minuti, vedremo come starà in questa settimana, sarà importante fare bene in questi giorni”.

Che partita sarà per la Roma?
“Quando una squadra pensa solo a difendere un risultato le cose non possono andare bene. Non possiamo pensare solo a difendere il risultato, dobbiamo avere la palla e creare, è molto importante fare gol. Se pensiamo solo a difendere sarà difficile. Non è semplice togliergli il pallone all’Ajax in attacco”.

La Roma merita la settima posizione e i punti che ha o c’è qualche rimpianto?
“Ne vogliamo di più. Stiamo giocando per tornare nella lotta Champions, ora la squadra ha capito che è importante vincere le prossime partite per restare in questa lotta”.

Precedente Diawara: “Campionato lungo, crediamo nella Champions” Successivo Mancini: “La fascia emozionante. Con l’Ajax la partita dell’anno”

Lascia un commento