Roma, ecco Tiago Pinto: “Felice di essere qui”. El Shaarawy o Bernard la priorità

Il direttore generale giallorosso è sbarcato in Italia. Continui i colloqui con Fonseca, che vuole un’altra alternativa a Mkhitaryan e Dzeko

Andrea Pugliese e Chiara Zucchelli

4 gennaio – Roma

Inizia oggi la nuova era sportiva della Roma dei Friedkin: intorno alle 14 il presidente Dan e il vicepresidente Ryan sono sbarcati a Ciampino di ritorno dagli States dove hanno trascorso una breve vacanza di Natale. Poco dopo alle 14:25 a Fiumicino è sbarcato dal Portogallo Tiago Pinto, il nuovo direttore generale dell’area sportiva della Roma. Coincidenza ha voluto che Tiago Pinto arrivasse proprio il giorno dell’apertura del calciomercato, da domani si metterà subito al lavoro con i Friedkin (ai quali relazionerà direttamente) per costruire la nuova Roma. Per adesso nessuna dichiarazione ufficiale, Pinto si è limitato a dire di essere “contento di essere a Roma e che parlerà più avanti.”

Le scelte

—  

“Con Pinto stiamo già parlando da un po’, vedremo cosa riusciremo a fare”, aveva detto ieri Paulo Fonseca, alla fine di Roma-Sampdoria. E tra le cose di cui stanno parlando i due portoghesi c’è anche la ricerca del nuovo attaccante. Un trequartista che possa giocare alle spalle di Dzeko e che sia una soluzione alternativa a Mkhitaryan e al bosniaco, visto che Zaniolo tornerà solo ad aprile e che anche ieri – quando entrato – Carles Perez ha dimostrato tutte le difficoltà che già si conoscono. Ecco perché vanno avanti i contatti con El Shaarawy e Bernard, i due giocatori in vetta ai desideri dell’allenatore portoghese.

Dettagli

—  

L’azzurro deve trovare il modo di convincere lo Shanghai Shenhua a darlo in prestito gratuito (o ad un costo minimo) da qui fino a giugno prossimo, Bernard costa invece 15 milioni di euro, ma Fonseca l’ha già avuto con sé allo Shakhtar Donetsk e sa benissimo cosa può dargli. Una chiave per poter abbassare il prezzo con l’Everton è eventualmente Robin Olsen, che gli inglesi vorrebbero acquistare a titolo definitivo. In caso il cartellino di Bernard potrebbe venire a costare 6-7 milioni e allora il prezzo sarebbe sicuramente più abbordabile, soprattutto poi se la Roma dovesse riuscire a piazzare Diawara in Inghilterra, il che farebbe entrare 12-15 milioni di euro nelle casse giallorosse. A mettere però un po’ di paura alla Roma è l’ingaggio di Bernard, che si aggira intorno ai 3,5 milioni di euro. Ecco perché allora El Shaarawy torna ad essere in pole come ipotesi vagliata dentro Trigoria, visto che il Faraone si accontenterebbe fino a giugno di 1,7-1,8 milioni. Poi a giugno, con il ritorno di Zaniolo, la Roma sarebbe libera di fare delle scelte importanti per il futuro e capire come muoversi. Sul Faraone però c’è anche l’interesse della Fiorentina, seppur i bookmakers siano convinti che alla fine il matrimonio con la Roma possa andare in porto. Sullo sfondo, infine, restano sempre le ipotesi legate a Yaremchuk e Zaccagni, altri due profili attenzionati dai vertici giallorossi.

Precedente AUDIO Tutti i giorni le ultimissime sul calciomercato Successivo Parma, fiducia a Liverani con l'Atalanta. In caso di esonero, i tecnici in lizza

Lascia un commento