Roma, è fatta: preso Angelino. Tutte le cifre dell’affare

C ’è un nuovo candidato nella lista dei Friedkin per il ruolo di direttore sportivo: si tratta di Florian Maurice, manager francese che in estate lascerà il ruolo di direttore tecnico del Rennes. Chissà se è stato lui a ispirare l’operazione Angeliño, negli ultimi mesi al Galatasaray, che la Roma sta per chiudere con il Lipsia. Si stanno sbloccando gli ultimi dettagli, che riguardano ormai solo i due club precedenti: in sostanza i turchi, dovendo rinunciare al giocatore dopo averne pagato il prestito annuale, chiedono un risarcimento ai tedeschi, che hanno raggiunto due giorni fa l’accordo con Tiago Pinto. Ma è questione di ore, l’affare è ormai definito: Angeliño si trasferirà alla Roma sempre in prestito, con un diritto di riscatto fissato a 5 milioni che non prevede obblighi di acquisto definitivo ma un gentlemen’s agreement. Per essere più specifici: se la squadra si qualifica alla Champions, i Friedkin procederanno con la conversione del contratto. Angeliñofirmerà fino a giugno per circa 2 milioni lordi ma in caso di conferma si legherà alla Roma fino al 2028.

Roma, le uscite

Come è noto tuttavia De Rossi non potrà schierare il giocatore alternativo a Spinazzola finché Tiago Pinto non avrà perfezionato una cessione tra i 17 giocatori della lista Over del campionato. La Roma potrebbe anche tesserare Angeliño e poi escludere dalla rosa un calciatore: il regolamento della Lega lo consente. Ma il problema è di numeri nell’organico, visti i problemi con l’indice di liquidità (l’addio di Viña in questo calcolo non rileva) e l’accordo finanziario stipulato con l’Uefa. Quindi è prevedibile che l’arrivo di un rinforzo non sia ufficializzato finché non viene piazzato un esubero, come Celik che può finire proprio al Galatasaray o Kumbulla che cerca di rilanciarsi in una squadra che gli permetta di giocare. Per ora la Roma non ha ricevuto comunque proposte concrete, neppure dal Torino di Juric. Se ne parlerà più diffusamente in settimana, quando si avvicinerà il gong del mercato invernale.

Baldanzi, il gol di ieri e il prezzo del cartellino

Il discorso si può estendere anche alla trattativa per Tommaso Baldanzi, che ieri è entrato nel secondo tempo e ha segnato il gol dell’1-1 allo Stadium contro la Juventus: «Sul mercato non ho fatto sceltele dichiarazioni di Baldanzi a fine gara -. A queste cose penseranno la dirigenza e il mio entourage».La Roma si sta muovendo con circospezione per presentare la proposta definitiva all’Empoli. Nell’affare, per una valutazione che tra parte fissa e bonus sfiorerebbe i 20 milioni, possono entrare due giocatori: lo stesso Kumbulla, che nella difesa a tre di Nicola potrebbe trovarsi bene, e il giovane Pagano, centrocampista del 2004 sul quale l’Empoli è disposto a investire. Ma anche qui bisogna attendere: Pinto non ha ancora l’ok dei Friedkin per pianificare un’operazione molto impegnativa, ancorché spalmata sul prossimo bilancio come prestito con obbligo di acquisto a luglio. E poi dopo ieri, chissà, Baldanzi costerà di più.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Conferenza De Rossi diretta, segui le sue parole prima di Salernitana-Roma LIVE Successivo Massa, disastro totale in Milan-Bologna: dati rigori dubbi, quello netto invece no

Lascia un commento