Roma col Ludogorets senza Karsdorp e Abraham. Mou: “Non siamo qui per turismo”

L’attaccante ha un fastidio alla spalla, il terzino a un ginocchio. La squadra è partita per la Bulgaria, non convocati Karsdorp e Abraham. Il tecnico: “Proverò a fare ancora di più”

La Roma è partita oggi pomeriggio per la Bulgaria, dove domani affronterà il Ludogorets nell’esordio di Europa League. Non sono stati convocati Karsdorp e Abraham: l’attaccante per un fastidio alla spalla, il terzino oggi nell’allenamento a porte aperte aveva una vistosa fasciatura al ginocchio. In porta giocherà Svilar, al debutto in partite ufficiali, in attacco dal primo minuto spazio a Belotti.

LE PAROLE DI MOU

—  

“Non siamo qui per turismo”. Da vincitore di un trofeo continentale, neppure quattro mesi fa, Josè Mourinho mette subito le cose in chiaro. Alla vigilia dell’esordio in Europa League, in casa del Ludogorets, l’allenatore della Roma spiega: “Il calcio europeo è sempre più pieno di sorprese, lo vediamo in tutte le competizioni, anche in Champions. Per questo non vogliamo risparmiare i giocatori pensando al campionato, sappiamo quanto è importante la partita di domani. Rispettiamo l’avversario, ma vogliamo vincere”. Come? Mou, senza Abraham e Karsdorp, non si sbilancia: “Dobbiamo essere pronti a tutto, affrontiamo una squadra esperta in Europa, un buon gruppo equilibrato tra giocatori bulgari e stranieri. Non siamo qui per turismo, non vogliamo risparmiare nessuno perché è meglio iniziare bene per gestire e controllare il girone. Non vogliamo retrocedere in Conference, quindi puntiamo ai primi due posti. Siamo qui come vincitori della Conference e come sesti in Serie A: meritiamo di esserci. Vogliamo andare avanti, senza mettere troppi obiettivi, non ce ne mettiamo nessuno. Intanto vogliamo qualificarci, però pensiamo alla partita di domani”.

Riscattare Udine

—  

Se sulla formazione e sulle condizioni della squadra Mou non vuole sbilanciarsi (“di questo non voglio parlare”), il portoghese torna sulla brutta partita di Udine: “Intanto spero che domani si inizierà 0-0, perché domenica eravamo in svantaggio dopo pochi minuti. In generale siamo una squadra che difende bene, considero la partita contro l’Udinese un’eccezione, qualcosa che non ci fa contenti ma può succedere. Ho mantenuto la calma anche con i giocatori proprio per questo, abbiamo preso 4 gol su 4 tiri. Magari domani, e sottolineo magari, il Ludogorest vedrà quanto siamo arrabbiati e delusi”.

Svilar titolare

—  

Subito dopo Mourinho, ha parlato il portiere Svilar, all’esordio domani: “Dobbiamo fare un passo alla volta, ci aspetta una stagione con tante partite. Il mio ambientamento? Il gruppo ha reso tutto più facile. Domani mi aspetto una partita difficile, l’avversario, che gioca regolarmente in Europa, avrà tutto il nostro rispetto”.

Proverò a fare ancora di più”, ha detto Mourinho ai microfoni della Uefa. Il tecnico giallorosso ha parlato anche di mentalità, la cosa che gli sta più a cuore dopo la brutta sconfitta di Udine: “La cosa fondamentale era costruire una mentalità che alla Roma non era presente da tanti anni. È stata costruita parallelamente a un altro elemento per me cruciale: l’empatia. L’empatia per me va oltre il gruppo, si estende anche a come è percepito il club dal resto della società, questo club vale molto più della squadra”. Per questo una brutta figura è sopportabile, come lo scorso anno col Bodo. Ma Mou vuole archiviarla in fretta.

Precedente Segna l'Ibrahimovic del Bayern, ma l'Inter rimonta con Carboni e Curatolo: finisce 2-2 Successivo Diretta Ludogorets-Roma ore 18.45: probabili formazioni e come vederla in tv e in streaming

Lascia un commento