Roma City, orgogliosa rimonta a L’Aquila. Poi fuori dai playoff a testa alta

Si chiude con un pareggio orgoglioso la seconda stagione del Roma City in Serie D. Nel playoff contro la quotatissima squadra de L’Aquila, arrivata seconda alle spalle del Campobasso nel girone F, la compagine di Agenore Maurizi va vicinissima all’impresa di ribaltare l’undici di Cappellacci avanti di due reti grazie ai guizzi di Banegas (12’ pt) e Alessandro (25’st). Ma il pari che alla fine arriva dopo la rete del solito Di Renzo (39’st), al suo 21º centro stagionale, e di Ingretolli (46’st) obbliga gli abruzzesi ai tempi supplementari che gli arancio-blu affrontano con l’uomo in meno per la severa espulsione per doppia ammonizione di Ferrante al 2’sts. Una decisione che penalizzerà evidentemente la compagine ospite che, tornata in partita con una clamorosa e orgogliosa rimonta, vi rimane sino alla fine, sfiorando addirittura una straordinaria vittoria. In finale, invece, approda la squadra di Cappellacci che affronterà la Sambenedettese (domenica 19 ancora allo Stadio Gran Sasso d’Italia de L’Aquila) che ha sconfitto l’Avezzano per 2-1. Un successo in rimonta che arriva grazie ai gol di Chiatante (16’st) e di Martiniello (20’ st) dopo l’iniziale vantaggio dei padroni di casa ad opera di Senesi (4’st).

A TESTA ALTA – Due gare combattutissime, con il Roma City che esce a testa alta dopo 120 minuti in cui ha saputo confrontarsi con i padroni di casa che hanno giocato per quasi mezzora con l’uomo in più senza riuscire, tuttavia, a vincere. «Una gara di grande personalità che ci fa certamente onore – ha commentato il presidente Tonino Doino, sugli spalti con i vice presidenti Paolo e Daniele Doino e col direttore generale Di Saverio – L’espulsione ci ha evidentemente penalizzati, ma usciamo di scena dopo una bella prestazione. Abbiamo creduto sino alla fine nella possibilità di ribaltare il match nonostante il doppio svantaggio. Anche la partecipazione a questi playoff, comunque, testimonia il processo di crescita della nostra giovane società. L’obiettivo resta quello di proseguire in questo percorso. In meno di due anni è sorto l’Athletic Center di Riano e un gruppo con cui guardiamo fiduciosi anche al prossimo futuro. L’obiettivo è quello di creare una squadra con valori condivisi e con una mentalità che vada anche oltre i risultati del campo che certamente contano, come in qualsiasi attività. Ma noi vogliamo atleti che siano orgogliosi di giocare nella nostra società che ambisce a diventare di Serie A, prima ancora che in campo, soprattutto nei comportamenti», ha sottolineato l’imprenditore italo-statunitense che ha annunciato anche il rinnovo del tecnico Agenore Maurizi e la nascita nella prossima stagione della squadra femminile del Roma City che verrà curata da Paolo Doino già con importanti trascorsi nello stesso ambito sportivo negli States. Intanto, la Juniores di Buttaroni è attesa dalla gara di ritorno nei playoff della poule scudetto. Dopo la vittoria ampia e meritata in Sardegna contro la Costa Or Sarda per 4-1, già fissato il secondo match per il 25 maggio all’Athletic Center di Riano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Il Tolosa rovina la festa di Mbappé: Psg ko. Fonseca si avvicina alla Champions Successivo Juve in Champions! La nuova formula: sorteggio, possibili urne e avversarie

Lascia un commento