Roma, Ciervo: chi è il baby prodigio convocato contro la Juve

Come si riconosce un predestinato? Dalla qualità delle giocate, ma non soltanto. C’è una dimensione quasi soprannaturale da considerare: il destino, appunto. Collezionare la prima convocazione in Serie A nella madre di tutte le partite è sicuramente uno degli indizi che da soli possono fare una prova: Riccardo Ciervo, 18 anni compiuti ad aprile, oggi pomeriggio siederà sulla panchina dell’Allianz Stadium per Juventus-Roma. Paulo Fonseca ha richiesto la sua presenza per la prima volta in campionato dopo i tre gettoni, senza esordio, in Europa League (le trasferte di Cluj e Sofia e il match casalingo contro lo Young Boys). Una benedizione in piena regola per il classe 2002 nato a Latina, uno dei prospetti più interessanti del settore giovanile giallorosso e di un’annata particolarmente florida.

Ciervo, stessa scuderia di Pellegrini

Ala offensiva vecchio stile, abile nella profondità e nell’uno contro uno, Ciervo gioca indistintamente a destra e a sinistra grazie alla capacità di usare bene entrambi i piedi. È nel giro della nazionale Under 19 di Carmine Nunziata, ha un fisico imponente che sfiora il metro e novanta (188 cm) e negli ultimi anni ha scalato le categorie giovanili della Roma a suon di prestazioni convincenti. Nella scuderia della GP Soccer and Management, la stessa che segue Lorenzo Pellegrini, Ciervo ha iniziato a far parlare di sé ai tempi dell’Under 17, trascinata in finale scudetto con un gol nella semifinale contro il Napoli. Il titolo non è arrivato (nell’atto conclusivo i giallorossi si sono arresi all’Inter di Esposito), ma il suo nome da quel momento è finito sui taccuini degli addetti ai lavori.

Dzeko scalpita per Juve-Roma: a Trigoria torna il sereno

Guarda la gallery

Dzeko scalpita per Juve-Roma: a Trigoria torna il sereno

Il mercato

Quasi sul gong del mercato, tra l’altro, ha ricevuto una proposta dalla Sampdoria di Ranieri che l’avrebbe acquistato subito a titolo definitivo. Tiago Pinto e Morgan De Sanctis hanno detto “no”, credendo fosse giusto far proseguire il percorso di crescita a Trigoria. Non a caso, a novembre, il ragazzo ha rinnovato il suo contratto fino al 2024. La Roma l’ha acquistato nell’estate del 2016 dalla Polisportiva Borgo Carso, società nata 15 anni fa da un’idea del responsabile Del Prete e del presidente onorario Spelda. Nel club pontino hanno mosso i primi passi anche Michele Somma (oggi al Palermo), che esordì in una trasferta a Bergamo del novembre 2014 con Garcia in panchina, e Riccardo Cargnelutti, ex Primavera giallorosso classe ’99, oggi al Fano.

Fonseca: "Juve più forte rispetto all'andata"

Guarda il video

Fonseca: “Juve più forte rispetto all’andata”

Milanese e Cristiano Ronaldo

Papà Armando Ciervo, dipendente di un’azienda, e mamma Sabrina, che lavora in una scuola, vivono ancora a Latina. Il calciatore, invece, da settembre abita vicino al centro sportivo “Fulvio Bernardini” insieme all’amico e compagno di squadra Tommaso Milanese, altro talento in rampa di lancio che ha già esordito e segnato con i grandi. Le assenze di Pedro e Pellegrini hanno liberato due posti dalla trequarti in su e Ciervo non si è fatto scappare l’occasione. Difficile possa esordire al cospetto di Cristiano Ronaldo, ma ricorderà comunque per il resto della vita questo pomeriggio torinese. E poi chissà che non arrivi qualche sorpresa. In fondo, perché porre limiti alla fantasia del destino?

Precedente Parma, D'Aversa: "Pellè? Manca il transfer, ma deve ritrovare la condizione" Successivo Risultati Serie A, classifica/ Diretta gol: Torino, che rimonta! Live score

Lascia un commento