Roma, che caos: alcuni giocatori si allenano da soli!

La Roma è uno strano posto in cui eccitazione ed orgoglio fanno rima con frustrazione e imbarazzo. Potrebbe pensare all’Europa League, quarti di finale mica un preliminare qualsiasi, come un’occasione storica e invece è costretta a viverla come un’ultima spiaggia per i disastri combinati in campionato nel girone di ritorno: anche se resta a + 3 rispetto all’anno scorso, Fonseca ha conquistato solo 14 punti in 10 giornate precipitando al settimo posto, l’ultimo possibile per il minitorneo che riguardava le sette squadre migliori. Con questo collasso domestico, la Roma rischia di dover giocare la prima edizione della Conference League, già ribattezzata Serie C d’Europa, con un fastidioso playoff di qualificazione da superare il 19 e il 16 agosto. […]

Roma, la squadra contesta a Fonseca i metodi d’allenamento

In un contesto del genere e dopo il vuoto pareggio contro il Sassuolo, i kilowatt dell’elettricità di Trigoria hanno sfiorato il corto circuito. Nessuno va contro Fonseca o Tiago Pinto, ci mancherebbe, ma in tanti contestano i sistemi di allenamento del tecnico; tanto è vero che qualcuno ha scelto di fare un lavoro supplementare in privato. E gli scontenti di lungo corso, guidati da Dzeko, hanno preso vigore ora che la separazione da Fonseca appare inevitabile. Ci sono molte divisioni interne, nel cuore della Roma, che stanno minando la serenità dell’avvicinamento alla partita di Amsterdam, primo round di un appuntamento irrinunciabile per prestigio e ricadute tecnico-finanziarie. 

Tutti gli approfondimenti sull’edizione del Corriere dello Sport-Stadio

Precedente Nazionale Covid, il cluster si allarga (Cragno, Grifo e Sirigu ) e minaccia la regolarità del campionato Successivo Inter, tamponi negativi per Bastoni, Sensi e Barella

Lascia un commento