“Robiolina” Invernizzi, l’allenatore quasi per caso che solo Cruijff riuscì a fermare

È stato l’ultimo italiano prima di Inzaghi a portare i nerazzurri alla finalissima. Tecnico per volere dei senatori della Grande Inter, portò la squadra fino a un incredibile scudetto e a un passo dalla Coppa dei Campioni del 1972

L’ultimo allenatore italiano dell’Inter a disputare la finale di Coppa dei Campioni, prima di Simone Inzaghi, fu Giovanni Invernizzi. Rotterdam, 31 maggio 1972. I nerazzurri guidati da capitan Mazzola contro l’Ajax di Cruijff. Non ci fu partita: 2-0 per gli olandesi, doppietta del divino Johan nell’occasione marcato dal giovanissimo Oriali, e tutti a casa. Ma quella di Invernizzi è una storia che merita di tornare sotto i riflettori perché racconta un aspetto del calcio che troppo spesso viene trascurato: il lato umano.

Precedente Fantacampionato, Anna Sannito la vincitrice della 35ª giornata Successivo Kjaer, Pioli e il giallo del cambio saltato: cos'è successo? La ricostruzione

Lascia un commento