Rivoluzione cartellino blu, la precisazione della Fifa

Ieri le indiscezioni sul cartellino blu, oggi le franata. La Fifa ha voluto precisare attraverso un comunicato ufficiale la sua  posizione attorno alla sanzione inedita che in futuro potrebbe essere a disposizione degli arbitri: La Fifa desidera chiarire che le notizie sulla cosiddetta “cartellino blu” ai livelli d’élite del calcio sono errate e premature. Qualsiasi sperimentazione di questo tipo, se implementata, dovrebbe limitarsi a testare in modo responsabile ai livelli più bassi, una posizione che la FIFA intende ribadire quando questo punto all’ordine del giorno sarà discusso all’AGM dell’IFAB il 2 marzo”. La definizione dei livelli più bassi è una questione che la Fifa intende chiarire all’assemblea generale, ma la motivazione è chiara: non dovrebbe esserci una situazione in cui i giocatori possono giocare una partita un fine settimana con una regola e un’altra il fine settimana successivo con un’altra regola (ad esempio, tutte le partite della massima serie, le partite della coppa nazionale, i campionati continentali, le partite internazionali senior).

Precedente Cartellino blu, dove potrebbe cominciare la sperimentazione Successivo Diretta Commisso: le parole del presidente della Fiorentina LIVE

Lascia un commento