Rivivi la diretta De Rossi prima di Roma-Brighton: “Bravi e aggressivi, così possiamo vincere”


Roma-Brighton, tutto sulla partita: curiosità e statistiche

15:30

I numeri della Roma in Europa contro le inglesi

La Roma non ha vinto nessuna delle ultime 14 trasferte contro squadre inglesi in competizioni europee (5N, 9P), il suo ultimo successo fuori casa contro queste squadre risale all’1-0 contro il Liverpool in Coppa UEFA nel febbraio 2001.


15:00

Mancini: “Europeo? Farò di tutto per esserci”

Il difensore della Roma Mancini è intervenuto anche ai microfoni di Sky Sport: “Contro le squadre inglesi sono sempre sfide affascinanti e belle da affrontare. Sarà una gara difficile ma cercheremo di dare il massimo. Quando vinci è più facile lavorare, vai in campo in maniera diversa, il mister ha portato freschezza all’interno del gruppo, nuove idee, e noi ci crediamo e lo seguiamo. Momento migliore della mia carriera? Se me lo avessi chiesto cinque anni fa ti avrei detto sì come dico sì adesso, non si smette mai di imparare e il mio obiettivo è migliorare ogni giorno per diventare sempre più bravo per la mia squadra, per i tifosi, per la società. Europeo? Darò il massimo per esserci”.


14:45

Roma, Spinazzola titolare contro il Brighton?

Leonardo Spinazzola punta a scendere in campo da titolare nella sfida di Europa League contro la squadra di De Zerbi. Il centrocampista della Roma è sceso in campo dal primo minuto in entrambe le gare giocate contro il Feyenoord e anche contro il Brighton potrebbe avere la sua chance.


14:30

Roma, contro il Brighton Lukaku punta a un importante record

L’attaccante conta di essere la vera star di questo doppio confronto, naturalmente con il supporto di Dybala. Non solo, il belga è a “sole” tre reti (297) dal club dei tecentisti. (LEGGI TUTTO)


14:15

De Rossi: “Sarò felice se i giudizi di oggi saranno gli stessi di maggio”

Il tecnico della Roma De Rossi è intervenuto alla vigilia della gara contro il Brighton anche ai microfoni di Sky Sport: “Lo scopriremo a maggio se mi sono fatto trovare pronto, lo diranno i risultati, ma io non avevo dubbi sul fatto che fossi pronto, so come ho lavorato a Ferrara, come programmo questo lavoro, quanto ci credo e quanto ho messo in dubbio le mie capacità pensando ad aggiornarmi quando non ho lavorato, però poi ci sono i risultati, quelli della mia prima esperienza non sono stati buoni e da questo devi trarne motivo per migliorare. Io lavoro per essere valutato a maggio, per portare la Roma nella posizione che merita, è passato troppo poco tempo per sedermi e godermi il fatto che nelle prime partite siamo stati bravi, le cose cambiano velocemente, sarò felice se i giudizi di oggi saranno gli stessi a maggio”, ha concluso De Rossi.


14:00

Dybala fa impazzire i tifosi della Roma

La Joya si è raccontato ai canali ufficiali della Serie A con parole da brividi: “Il primo giorno in cui sono arrivato in Italia, sono arrivato a Roma. Per me è stato un sogno diventato realtà”. (LEGGI TUTTO)


13:45

Finita la conferenza stampa

Termina qui l’incontro con la stampa di De Rossi e Mancini.


13:44

De Rossi: “La Roma deve sempre lottare per la Champions”

De Rossi: “L’ultima partita che la Roma ha giocato in Champions c’ero io in campo e a me sembra di aver smesso da vent’anni. La Roma deve stare a quei livelli visto che a livello societario siamo meglio di quando io ho lasciato. La Roma al di là di tutto deve stare sempre in Champions, una volta che è dentro fa le annate che ha sempre fatto: arriva agli ottavi, ai quarti. Questi giocatori possono lottare per andare in Champions a prescindere dall’allenatore”.


13:40

De Rossi: “Brighton non abituato a questi palcoscenici ma…”

De Rossi: “Io penso che l’Italia si stia rilanciando dopo un periodo in cui la Premier sembrava irraggiungibile. Penso che quando una squadra non è tanto abituata a giocare su certi palcoscenici può esserci un contraccolpo ma in questo caso ti aggrappi al campo, al fatto che hai una struttura di squadra che ti aiuta, quel piccolo gap di esperienza la compenseranno con la conoscenza. Non possiamo aspettarci che ci regaleranno la vittoria perché sono intimoriti dallo stadio o perché non sono abituati a giocare queste gare”.


13:36

De Rossi: “Bove? Su lui ci conto alla grande”

De Rossi:Bove? Prima di Monza aveva 61 minuti di media a partita, con me ne ha 59. Ha iniziato poche volte da titolare ma nella mia prima gara contro il Verona ha fatto una grandissima partita. Accanto ha giocatori come Cristante, Spinazzola e Pellegrini che stanno giocando benissimo. In un futuro non troppo lontano potrebbe essere un buon mediano davanti alla difesa. Deve solo lavorare tanto, ma ha una capacità di corsa che copre tanto campo, piedi buoni, deve solo capire quando mettere le sue doti in partita nel modo migliore. Deve fare un percorso di crescita, io ho finito la mia carriera da pensatore e l’ho iniziata facendio 90 minuti box tu box per tutta la gara. Nessuno deve mettergli fretta, è un ragazzo da far sposare alle proprie figlie, a livello personale è magnifico. Non potrei essere più contento di lui. Nel suo percorso c’è anche di essere la prima riserva a centrocampo. Quando entra gioca sempre bene, su lui ci conto alla grande”. Mancini: “Pubalgia? Me la stavo portando avanti da tempo. Sapete il periodo che abbiamo passato tre quattro mesi fa dove per vari motivi non avevamo difensori centrali disponibili quindi ho dovuto stringere i denti. Quanto è arrivato il mister ho preso il giallo a Milano, ho avuto la possibilità di prendermi alcuni giorni per recuperare e anche con un percorso di cure e palestra sono arrivato a non sentire più dolore”.


13:28

De Rossi: “Karsdorp da valutare”

De Rossi: “Karsdorp vediamo oggi come si sentirà. Spinazzola o Angelino? Rigaurdo ai terzini sinistri è una cosa strana perché io impazzisco per entrambi, per la loro qualità e personalità. A volte può essere una scelta in base all’avversario, a volte in base al turnover, a volte scelgo chi mi sembra più in forma. Non ci sono strategie. Posso contare al 100% su entrambi”.


13:23

De Rossi: “Ci aspettano ancora due mesi di fuoco”

De Rossi: “Mi aspettavo tre punti in più in campionato (ride, ndr) sarebbe stato perfetto. Sono soddisfatto, sono molto consapevole del fatto che non abbiamo fatto niente. Nessuno meglio di me conosce questa città che potrebbe cambiare i giudizi in un secondo se dovessero cambiare le cose. Si diventa bravi e scarsi molto velocemente. Sono soddisfatto di quello che ho creato con loro, c’era già un rapporto ma da allenatore è diverso. Questa mattina riguardavo l’allenamento di ieri e i giocatori credono in quello che gli chiedo, stanno dando la dimostrazione di credere ciecamente in quello che dico e questo mi rende davvero felice. Ora mancano ancora due mesi di fuoco”. Mancini: “Difesa a quattro? Mi sono trovato bene perché come ho detto più volte io e i miei compagni abbiamo giocato sia a quattro che a tre. Siamo abituati. Non è la difesa a quattro che ci ha portato a vincere sei gare su sette ma un insieme di cose. Può succedere che domini e finisci la partita con zero punti, a volte il contrario. La cosa più importante è che 26 giocatori tirino dritto verso un unico obiettivo”


13:18

Mancini: “De Rossi ha portato serenità”

De Rossi: “Noi giochiamo le nostre gare per vincere, possiamo dare un occhio alle nostre connazionali che giocano in Europa ma bisognerà arrivare quinti o quarti per tornare in Champions. Questo ranking lo guardiamo il giusto come una storiella che ci raccontano. Non possiamo far altro che cercare di vincere le partite, se vince un’italiana in Europa però un domani potrebbe essere un vantaggio”. Mancini: Il mister ha portato freschezza, idee nuove del suo calcio e noi cerchiamo di capire quello che ci chiede e mi sembra che lo stiamo facendo anche se non abbiamo ancora fatto nulla. In due mesi non vinci campionati o competizioni ma ci ha portato ad avere questo cambiamento in tante cose sia in allenamento che in partita. Una cosa che ha portato è la serenità che ci mancava ma non per colpa di Mourinho ma perché i risultati non stavano arrivando. Ha lavorato sulla testa di tutti noi e poi ci ha dato le sue idee”.


13:13

De Rossi: “Rispettiamo il Brighton ma noi siamo la Roma”

De Rossi: Istinto o riflessione? Io non faccio questo distinguo si può essere istintivi stando bassi o riflessivi cercando di portare gli avversari a difendere nella loro metà campo. La Roma è una grande squadra che deve rispettare il Brighton ma noi siamo la Roma. Sarà una bella partita e penso che la prima cosa che dobbiamo sapere è che il Brighton mette a giocare nella loro metà campo grandi squadre, a volte prende imbarcate contro le più piccole. Quella di domani è una gara che dentro ha tante partite, noi dovremo essere bravi a giocarle tutte”. Mancini: “Il fatto di saper ricoprire più ruoli è un vantaggio per me e per la squadra. Con Fonseca l’ho fatto perché mancava tutto il centrocampo, ad oggi siamo in parecchi, anche in difesa e tutti forti. Per me è giusto così, quando una squadra ha tanti giocatori bravi alza il livello di ognuno di noi e questo è un bene. Sarà il mister a decidere, l’importante è allenarsi forte per la Roma”.


13:07

De Rossi: “De Zerbi sta dando riconoscibilità al club”

De Rossi: “Non è facile fare un paragone sul loro nono posto rispetto all’Italia, sicuramente sono un club emergente che non ha una storia decennale. Potter prima e ora De Zerbi gli stanno dando una riconoscibilità nel mondo, ora dire se qui sarebbero noni o decimi sarebbe sbagliato. Oggi quarto è il Bologna e le due squadre hanno anche storie simili. Se gioco a tre o a quattro? Non lo dico”.


13:04

De Rossi: “Vogliamo regalare ai nostri tifosi un’altra notte felice”

Mancini: “In campo ci andiamo noi e dobbiamo essere bravi a trascinare il pubblico, a loro non possiamo chiedere niente cercheremo alla fine dei 90 minuti di farli cantane ancora di più”. De Rossi: “Vogliamo regalargli un’altra notte felice, per qualsiasi calciatore venire a giocare qui è molto bello, anche per gli stranieri che sono abituati a giocare in stadi pieni. Qui troveranno un calore e una passione un po’ più alta”.


13:01

De Rossi: “Con De Zerbi un ottimo rapporto”

De Rossi: “Abbiamo un ottimo raporto con Roberto fin da quando ero ancora un calciatore esprimevo la mia ammirazione nei suoi confronti per il tipo di gioco che proponeva. All’epoca parlavamo del suo presente e del mio futuro. Roberto è un allenatore innovativo, diverso, e il suo Brighton ha ottimi giocatori. Mi aspetto una gara complicata e difficile”.


12:55

Karsdorp in dubbio per il Brighton

L’olandese assente nell’allenamento di ieri, ha svolto ancora lavoro individuale, è in dubbio in vista della sfida di Europa League. Al suo posto pronti uno tra Celik e Spinazzola.


12:45

Roma, contro il Brighton cinquantesimo sold out

Lo stadio Olimpico sarà ancora una volta cornice perfetta in occasione della sfida tra Roma e Brighton. I tifosi giallorossi hanno risposto presente e per la cinquantesima volta l’impianto sarà sold out. (PER APPROFONDIRE)


12:30

Roma, De Rossi punta il Brighton

Giornata di vigilia in casa Roma. La squadra di De Rossi si prepara alla sfida contro il Brighton di De Zerbi non senza qualche sorpresa. Giovedì all’Olimpico l’allenatore potrebbe infatti decidere di modificare l’assetto della squadra puntano sul 3-5-2. (LEGGI TUTTO)


Roma – Trigoria


Precedente Di Lorenzo e la rivelazione sul fantacalcio: "Mi facevano sempre pagare" Successivo Simeone paga la clausola prima di Atletico-Inter