Riparte il campionato: è caccia alla salvezza

Inter a un passo dal 20° scudetto, Milan e Juventus saldamente in zona Champions e lotta per l’Europa ancora aperta tra Bologna, Roma, Atalanta e Napoli. La Serie A si avvia al finale di stagione dopo la pausa nazionale con alcune certezze e tanti punti interrogativi, fra tutti l’intreccio che coinvolge sette squadre in zona retrocessione: Lecce, Udinese, Verona, Cagliari, Empoli, Frosinone e Sassuolo. Esclusa dalla lotta salvezza c’è solo la Salernitana in coda alla classifica: a 11 lunghezze dal terzultimo posto servirebbe solo un miracolo in stile Nicola come quello di tre anni fa, che regalò ai granata una impensabile permanenza in Serie A. A nove giornate dalla fine, il campionato entra nel vivo soprattutto nella parte bassa.

Lotta salvezza: le quote delle squadre coinvolte

Classifica cortissima con sette squadre in soli quattro punti. Per questo i bookies hanno elaborato le nuove quote retrocessione per ognuno dei club coinvolti nella bagarre di coda: Frosinone (quotazioni tra 1.75 e 2.00), Lecce (tra 4.25 e 5.00), Verona (mediamente 3.50), Sassuolo (tra 2.20 e 2.50), Cagliari mediamente a 3.25), Empoli (quota media a 2.75) e Udinese (tra 4.25 e 5.00). Retrocessione quasi certa, quella della Salernitana, bancata a 1.10 da un solo operatore, a conferma del fatto che la permanenza in massima serie per il club di Iervolino sembrerebbe davvero impossibile.

In maniera speculare, alcuni bookmakers hanno elaborato anche le quote salvezza delle sette formazioni di bassa classifica appena elencate. Ecco il prospetto realizzato da uno dei principali operatori italiani: Cagliari (1.33), Empoli (1.40), Frosinone (1.72), Sassuolo (1.47), Lecce (1.12), Verona (1.30) e Udinese (1.12). Salvezza quasi impossibile per la Salernitana, bancata addirittura a 16.00, con un margine enorme rispetto alle altre sei formazioni coinvolte nella lotta per restare in A.

Per i neofiti delle scommesse è opportuno sottolineare che il primo blocco di quotazioni esprime le probabilità che una delle sette squadre possa retrocedere in B, mentre nel secondo caso evidenziano le chance con cui uno dei sette club possa realmente mantenere la categoria.

Bonus di Benvenuto scommesse: come usarli per puntare sulla lotta salvezza

Il livello di complessità delle scommesse legate alla lotta salvezza in Serie A è particolarmente elevato in questo 2024, considerando il numero di squadre in gioco. Per questo motivo i bookies offrono agli utenti online la possibilità di mitigare il rischio e ridurre l’incertezza attraverso i cosiddetti bonus di benvenuto. Ecco brevemente cosa sono e come possono essere riscattati in vista dei pronostici sulla lotta salvezza.

Il bonus di benvenuto rappresenta una somma di denaro che l’operatore di betting accredita gratuitamente sul conto gioco del nuovo utente successivamente alla registrazione online. Per ottenere il riscatto, ossia per poter realmente prelevare la somma offerta dal bookmaker, sarà necessario rispettare talune condizioni definite dall’operatore stesso. In caso di scommesse sportive, le condizioni più frequenti riguardano il cosiddetto rollover (ossia il numero di volte che il bonus dovrà essere giocato dall’utente) e le quote minime di scommessa (ossia il valore minimo delle quotazioni con cui è possibile scommettere. Es.: è possibile puntare solo a partire da quota 2,50). In quest’ambito, Superscommesse.it aiuta gli utenti di internet a trovare e riscattare i migliori bonus di benvenuto scommesse per puntare sulla lotta retrocessione, comparandoli e recensendoli nel dettaglio. Per tutte le info importanti è bene consultare la pagina Termini e condizioni legata al bonus.

Tutti gli scontri salvezza di fine stagione

Da qui a fine campionato il calendario di Serie A prevede 18 scontri diretti tra le squadre del vertice basso di classifica compresa la Salernitana, nonostante i granata restino ormai aggrappati solo alla matematica. Ecco il prospetto completo dei match clou.

Dopo la vittoria salvifica a Salerno, la squadra di Gotti ha messo parzialmente al sicuro la permanenza in massima serie, pur dovendo ancora affrontare quattro incontri delicati con altrettante pretendenti alla salvezza. Due gare al Via del Mare e due in trasferta: si tratta di Lecce – Empoli (14/04), Sassuolo – Lecce (21/04), Cagliari – Lecce (5/05), Lecce – Udinese (12/05).

L’Udinese di Cioffi, che in questo campionato si è complicata la vita più del solito, abbandonando la zona tranquilla che contraddistingue il classico cammino dei bianconeri, è attesa da ben cinque scontri diretti: Sassuolo – Udinese (1/04), Verona – Udinese (21/04), Lecce – Udinese (12/05), Udinese – Empoli (19/05), Frosinone – Udinese (26/05). Dopo la pausa nazionale negli USA, i friulani potranno sfruttare cinque match di cui quattro lontani dalla Dacia Arena. La salvezza passa soprattutto per le mani dell’undici bianconero.

Intanto, dopo la salvezza in extremis dell’ultimo campionato, gli scaligeri di Baroni tornano a vivere l’incubo retrocessione. Solo tre gli scontri diretti in programma, di cui l’ultimo contro una retrocessa. Hellas protagonista in casa solo una volta. Queste le partite da giocare: Cagliari – Verona (1/04), Verona – Udinese (21/04), Salernitana – Verona (19/05). Stagione delicata anche quella dei rossoblu di Ranieri che nonostante tutto sono riusciti a erodere progressivamente punti in classifica e risalire la china. Salvezza non impossibile e Casteddu protagonista nel finale di stagione con tre scontri diretti, di cui due alla Domus Arena: Cagliari – Verona (1/04), Cagliari – Lecce (5/05) e infine Sassuolo – Cagliari (19/05).

Davide Nicola è uno specialista di salvezze difficili e anche quest’anno è chiamato al miracolo in Toscana. Per lui e per il suo Empoli sono previste tre sfide delicatissime contro altrettante pretendenti alla permanenza in A. Una sola al Castellani: Lecce – Empoli (14/04), Empoli – Frosinone (5/05), Udinese – Empoli (19/05). Il Frosinone di Di Francesco ha condotto un campionato all’altezza fino al mini tracollo che ha vanificato quanto di buono è stato fatto fino a metà stagione.

Restano da giocare tre scontri salvezza: Frosinone – Salernitana (28/04), Empoli – Frosinone (5/05), Frosinone – Udinese (26/05). Finale di stagione complicato anche per i neroverdi di Dionisi. Il Sassuolo torna a respirare aria di cadetteria dopo numerose stagioni in A disputate ad ottimi livelli. La coda di campionato prevede quattro sfide salvezza di cui tre al Mapei Stadium: Sassuolo – Udinese (1/04), Salernitana – Sassuolo (7/04), Sassuolo – Lecce (21/04), Sassuolo – Cagliari (19/05).

Precedente La Lazio aderisce al Crazy Sock Day Successivo L’Italia di Spalletti stasera a Miami contro il Venezuela, la probabile formazione

Lascia un commento