Retroscena Huijsen, la duplice mossa: come la Roma lo ha strappato al Frosinone

Chiamatelo pure effetto Mou. Quando scende in campo lo Special One sul mercato, i giocatori finiscono (quasi) sempre alla sua corte. È successo più volte che le sue chiamate siano risultate decisive per indirizzare una trattativa: vedi Dybala e Lukaku, tanto per citare i casi più celebri. E lo stesso film si è ripetuto in questi giorni col talento olandese Dean Huijsen, rimasto letteralmente stregato dalla chiacchierata con Josè Mourinho. Uno che, evidentemente, sa come toccare i punti giusti per sedurre i suoi calciatori.

D’altronde campioni come Sneijder ed Eto’o arrivarono addirittura a dichiarare di essere pronti a seguirlo in guerra per quanto lo adoravano. Il classe 2005 non è certamente arrivato a tanto, ma è stato ugualmente deciso nel far saltare l’accordo stipulato da Juventus e Frosinone 20 giorni fa, imponendo la propria volontà di sbarcare nella Capitale. Detto, fatto. Con lo zampino rigorosamente di Mou, che l’ha voluto fortemente per puntellare la propria retroguardia.

Precedente Arnautovic esordiva con l'Inter 14 anni fa: "Giorno speciale, questo club è nel mio cuore" Successivo Gattuso e la visita a Guardiola: "Ho aspettato tre giorni fuori dal centro sportivo"