Retegui c’è, l’Italia un po’ meno: Venezuela battuto ma gli azzurri faticano

MIAMI (STATI UNITI D’AMERICA) – Finisce 2-1 l’amichevole del Chase Stadium di Fort Lauderdale tra Italia e Venezuela. Il mattatore della sfida è l’attaccante del Genoa Mateo Retegui, che grazie a una doppietta si candida per il ruolo di titolare in vista degli Europei in Germania e rende vano il momentaneo pareggio firmato Machis. È lui l’unica nota positiva della serata per Luciano Spalletti, con gli azzurri protagonisti di una prova piuttosto opaca.

Italia-Venezuela, Spalletti vara il 3-5-2: esordio per Cambiaso

Il Ct schiera i suoi con il 3-5-2. Davanti a Donnarumma, Di Lorenzo, Buongiorno e Scalvini formano il tridente difensivo, Cambiaso, all’esordio assoluto con la Nazionale maggiore, occupa la posizione abituale da quinto di destra con l’ex Udinese (ora al Tottenham) Udogie dall’altra parte, Frattesi e Bonaventura sono le mezzali mentre la cabina di regia è affidata all’altro juventino Manuel Locatelli, Chiesa e Retegui i due terminali offensivi.

Spalletti, l’Italia e il 3-5-2 Juve: cosa cambia per Chiesa, Cambiaso e Locatelli

Italia-Venezuela: la cronaca

Nemmeno il tempo di partire e gli azzurri rischiano di finire sotto: Buongiorno commette goffamente un intervento da rigore ma Donnarumma è bravo a neutralizzare il tiro dagli undici metri di Salomon Rondon. Intorno al 20° in tribuna arriva un ospite speciale, Jannik Sinner, in Florida per l’Atp Masters 1000 di Miami dove al primo turno sarà impegnato nel derby contro Vavassori. La presenza del 22enne di San Candido porta bene e alla prima vera occasione Retegui sfrutta l’assist dello juventino Cambiaso e sblocca la sfida. Il vantaggio della squadra di Luciano Spalletti, però, dura pochissimo perché al 43′ Machis ristabilisce l’equilibrio e firma l’1-1 che porta le squadre negli spogliatoi. La ripresa inizia con Barella al posto di Bonaventura, mentre al 66′ Spalletti opta per un triplo cambio con Zaccagni, Jorginho e Pellegrini che rilevano rispettivamente Chiesa, Locatelli e Frattesi. Gli avvicendamenti non sortiscono l’effetto sperato così entra anche Zaniolo per Cambiaso, con l’ex Roma che va subito vicino al bersaglio grosso. All’82’, però, è ancora Retegui che raccoglie l’assist di Jorginho e per la seconda volta trafigge Romo fissando il punteggio finale sul 2-1 e regalando la vittoria agli azzurri. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Italia-Venezuela: la decide Retegui con una doppietta, rivivi la diretta Successivo Spalletti esalta Retegui: "Ha fatto bene tutto. E chi segna dà sempre qualcosa in più"