Reggiana, 3-0 e record. Va l’Ancona, stop Pescara. Colpaccio Modena nel derby

Sei squadre raccolte in quattro punti: riparte anche il Siena, sorpresa Imolese. Fuochi d’artificio in Entella-Olbia (3-3) e in Lucchese-Teramo

La tre giorni del turno infrasettimanale si apre con il girone B, comandato adesso da una sola squadra. Davanti a tutti c’è infatti la Reggiana, che non prende gol da 405 minuti e dilaga sulla Carrarese: 3-0 tutto nel secondo tempo, partita spaccata dall’espulsione di Tunjov che ha aperto la strada alla doppietta di Neglia e al gol di Rosafio (cambi vincenti di Diana, entrambi entrati dalla panchina).

ANCONA, CHE ATTACCO

—  

Al secondo posto si arrampica l’Ancona Matelica, portato in quota sempre dai suoi attaccanti: 0-4 a Pistoia con doppietta di Faggioli e i centri di Moretti e Sereni. Si ritrova così scavalcato il Pescara, che rimane imbattuto ma a Gubbio prende solo un punto (2-2) risalendo due volte dallo svantaggio grazie alla doppietta di Clemenza (splendido il sinistro a giro che ha fissato il pari). Vetta sfumata anche per il Cesena, che si è fatto rimontare dal Modena (1-2) nell’atteso derby del Manuzzi: Caturano al 18’ ha fatto esplodere la curva Mare, ma a trascinare la squadra di Tesser ci ha pensato il diciannovenne scuola Inter Nicholas Bonfanti, super doppietta al debutto da titolare.

SEI IN QUOTA

—  

Diventano così sei le squadre raccolte in quattro punti nella parte alta della classifica. Riparte la corsa del Siena, che a Pontedera rifila un netto 0-3 al Montevarchi (al terzo k.o. di fila): apre Disanto a metà primo tempo, poi – dopo l’intervallo – l’uno due di Bianchi e Varela che ha spento la partita. La sorpresa lì in alto è l’Imolese di Gaetano Fontana, al primo successo in casa: 4-1 al Pontedera (doppietta di Belloni) per il quarto risultato utile consecutivo. Spettacolo totale tra Entella e Olbia (3-3), con la squadra di Volpe che si fa rimontare dal 3-1 all’intervallo (doppietta di Morosini) e per la prima volta non vince in casa: merito dei sardi quello di averci creduto fino agli ultimi minuti, quando Udoh ha firmato il pari scavalcando con un pallonetto l’uscita incerta di Paroni. Secondo pari consecutivo per la Viterbese: 1-1 interno con la Vis Pesaro che ha cercato di capitalizzare il gol iniziale di Gucci, facendosi però raggiungere in pieno recupero dal capitano laziale D’Ambrosio. Altro pari tra Lucchese e Teramo (2-2): a due passi dal 90’ Cuccurullo ha evitato agli abruzzesi quella che sarebbe stata la terza sconfitta di fila. La Fermana beneficia degli effetti della cura Riolfo: 2-0 con le firme di Mbaye e Cognini per il primo successo stagionale.

Precedente Donnarumma: "Il debutto lo sognavo così. Le scemenze sui social mi fanno ridere" Successivo Solo in Champions League: 2012, Juve-Chelsea e l'unica grande notte europea di Conte

Lascia un commento