Recupero completato: Kean cala il poker in amichevole. Tripletta anche di Kaio Jorge

Finisce 11-0 contro i dilettanti della Pianese: senza nazionali e a ranghi misti con i ragazzi di Under 23 e Under 19 da segnalare la ritrovata condizione fisica dei due attaccanti di Allegri a una settimana dalla ripresa del campionato contro la Lazio. A segno anche Arthur, ora due giorni di riposo

Il recupero di Moise Kean era uno degli obiettivi della Juventus in questa sosta e, a giudicare dal responso del campo, è stato raggiunto. La data dell’auspicato rientro con la Lazio è lontana un mese dalla sua ultima partita ufficiale, il 20 ottobre con lo Zenit. Tornato in gruppo nei giorni scorsi dopo l’affaticamento muscolare alla coscia destra, l’attaccante azzurro ha segnato quattro gol nell’11-0 contro La Pianese, squadra dilettante La Pianese di Eccellenza piemontese. È il test con cui stamattina alla Continassa i bianconeri hanno chiuso la settimana di allenamenti, prima di un paio di giorni di riposo per tornare al lavoro da martedì: nel mirino la ripresa del campionato sabato prossimo a Roma.

Anche Kaio (e Arthur)

—  

Ovviamente senza i nazionali, l’amichevole si è giocata a ranghi misti con i ragazzi dell’Under 23 e dell’Under 19. Oltre ai quattro gol di Kean, da segnalare anche la tripletta di Kaio Jorge, che a suon di gol avanza a sua volta la propria candidatura per la partita con la Lazio. A segno pure Arthur, altro uomo che conta di aver cementato il proprio recupero in questi giorni di lavoro alla Continassa, oltre a due ragazzi dell’Under 23 di Lamberto Zauli: Emanuele Zuelli, centrocampista arrivato in estate dal Chievo e autore di una doppietta, e Mattia Compagnon, esterno cresciuto nel vivaio dell’Udinese e già da qualche mese nella seconda squadra juventina. A riposo domani e lunedì, alla ripresa dei lavori Allegri riaccoglierà anche i primi nazionali reduci dalle partite con le rispettive rappresentative.

Precedente Dossier Irlanda del Nord: tutto sui nostri avversari (col portiere di 3ª divisione) Successivo Lippi: “Jorginho merita comunque il Pallone d’oro. E Mancini sa cosa fare”

Lascia un commento