Rebic, un’arma in più per Pioli. Ballo-Touré e Krunic: chance dal 1′

Il croato è finalmente in gruppo: possibile il suo ingesso a gara in corso. Brahim Diaz dovrebbe partire dalla panchina

Tre settimane dopo riecco Ante Rebic. Caviglia finalmente ok: già nello scorcio di allenamento pre-Porto s’erano intravisti i progressi del croato, che pure aveva svolto una seduta personalizzata. L’evoluzione negli ultimi giorni è stata positiva e dunque per Stefano Pioli c’è un’arma in più a disposizione. Non è un’aggiunta da poco: davanti i titolari saranno Ibrahimovic e Leao, ma Rebic ha dimostrato più volte in carriera di poter “spaccare” le partite anche entrando a gara in corso.

Le scelte

—  

Pioli ha assicurato di aver già in testa la formazione anti-Inter e di averla già comunicata ai giocatori. Dovrebbe includere Krunic nell’undici di partenza: scelta meno offensiva rispetto a Brahim Diaz, ma il bosniaco è utile tatticamente anche in fase di copertura e lo spagnolo non è ancora al top dopo aver superato il Covid.

Kjaer e Tomori saranno i centrali davanti a Tatarusanu, mentre Calabria dovrebbe essere mantenuto nel suo ruolo naturale, quello di terzino destro: niente spostamento sul lato opposto per sostituire lo squalificato Hernandez, quindi, anche perché Ballo-Touré (avanti su Kalulu) ha recuperato. Kessie-Tonali la coppia di centrocampisti, Saelemaekers a completare l’undici sulla destra. Per Messias se ne riparla dopo la sosta, mentre Florenzi e Pellegri sono tornati a disposizione.

Precedente Inter, formazione (quasi) fatta. Ma per una maglia sono in 5 Successivo Milan-Inter reparto per reparto. E la sfida fra Tonali e Barella accende il derby

Lascia un commento