Real, ora Mbappé e domani Pogba: stanno tornando i Galacticos?

Pérez è pronto a rilanciare i blancos con colpi di mercato simili a quelli che aveva fatto dopo la sua prima elezione

Oggi Mbappé, domani Pogba. E poi chissà. Torna la nuova Galassia, il Real Madrid è pronto a riscoprire i fasti d’inizio secolo, almeno sul mercato. Questo è quanto dicono su Marca, facendosi eco dei desideri di ritrovata grandeur della Casa Blanca, che nel 2022 completerà i faraonici lavori del Bernabeu.

LA PRESENTAZIONE

—  

Se a Parigi sul fronte Mbappé va in onda il Grande Freddo, vedremo se il francese sarà convocato o meno per la sfida di domani a Reims, a Madrid parlano già di data di presentazione, giovedì 9 o venerdì 10, e poi il debutto col Celta al Bernabeu che riapre (parzialmente) sabato 11. E oggi è (ri)spuntato il nome di Paul Paogba. Grande pallino di Zinedine Zidane, che l’aveva chiesto a Florentino Pérez più volte nei suoi due mandati, sempre senza fortuna.

POGBA 2022

—  

Il giocatore del Manchester United è in scadenza di contratto nel giugno del prossimo anno, esattamente come Mbappé, e su Marca scrivono che l’ex juventino abbia già comunicato a Mino Raiola, suo procuratore, la volontà di andare al Real Madrid la prossima estate. L’idea è quella che l’arrivo di Mbappé faccia da calamita per l’acquisizione di altri grandi nomi.

MIRACOLO ECONOMICO

—  

Insomma Florentino Pérez è scatenato, pronto a rilanciare il suo Madrid con colpi di mercato sullo stile di quelli che dalla sua prima elezione, anno 2000, portarono al Bernabeu Figo, Zidane, Ronaldo, Beckham e Owen. Un progetto che stride col miliardo scarso di debiti che pesa sulla Casa Blanca e soprattutto con le dichiarazioni dello stesso presidente del Madrid che in primavera presentando il progetto Superlega aveva ripetuto più volte che il calcio era in punto di morte economica e che senza l’iniezione massiccia di cash derivata dal progetto rapidamente naufragato il decesso sarebbe sopravvenuto in tempi brevissimi. Sono passati solo quattro mesi ma tutto sembra essere cambiato alla Casa Blanca. Un miracolo economico, in attesa di quello sportivo.

Precedente Assist, "visioni" e il ruolo perfetto: chi è Faivre e perché il Milan lo vuole Successivo DIRETTA VUELTA 2021/ Video streaming tv: così un anno fa nella 14^ tappa

Lascia un commento