Real Madrid show, super Brahim Diaz contro il Cadice

MADRID (SPAGNA) – Inizia il conto alla rovescia per la certificazione matematica della 36ª Liga per il Real Madrid, che nonostante un undici iniziale imbottito di rincalzi in vista della sfida Champions della prossima settimana con il Bayern, fa a pieno il suo dovere battendo l’inguaiatissimo Cadice. Al Santiago Bernabeu, si decide tutto nel secondo tempo, con le reti di Brahim Diaz, della riserva extralusso Jude Bellingham e di Joselu. Risultato che permette ai blancos di allungare a 14 punti il vantaggio sul Barça. Se i blaugrana, prima dell’ora di cena, non riusciranno a battere il Girona nella sfida diretta per il secondo posto, sarà festa scudetto con quattro giornate di anticipo per i ragazzi di Carlo Ancelotti.

TUTTO SULLA LIGA

Chi si rivede

La Liga sarà pure solo a un passo, ma mercoledì tocca giocarsi la qualificazione alla finalissima di Coppa Campioni con il Bayern e, così, Ancelotti decide per ben dieci variazioni rispetto all’undici schierato, martedì scorso, in occasione del 2-2 di Monaco di Baviera. Confermato il solo capitan Nacho, la novità più gustosa riguarda Courtois, che a otto mesi dalla rottura del crociato può finalmente debuttare in Liga. Tra gli altri, in avanti, parte dal primo minuto il gioiellino turco Arda Guler, che insieme a Brahim Diaz dà man forte a Joselu. Alla disperata ricerca di punti salvezza, Mauricio Pellegrino risponde con un solido 4-5-1, alle spalle dell’unico terminale offensivo Chris Ramos.

Liga a un portata di mano

Dopo un primo tempo a ritmi compassati, in cui il Real compie un unico fallo, la partita si scalda improvvisamente a inizio ripresa, quando il Santiago Bernabeu accompagna con un mezzo boato un grande intervento del redivivo Courtois, che ferma Chris Ramos lanicato a rete. Cambio di fronte e Modric imbecca al limite dell’area Brahim Diaz, che si accentra per, poi, inventarsi una botta all’incrocio che non lascia scampo a Ledesma. Al raddoppio ci pensa l’appena subentrato Bellingham, che a metà ripresa chiude una pregevole giocata che coinvolge Modric e l’attivissimo Brahim Diaz. 18º gol in campionato per l’inglese. Nelle ultima giocata, un grande spunto di Nacho si chiude col tris finale siglato da Joselu. Ora, occhi puntati sul derby catalano tra Girona e Barcellona. Se Lewandowski e compagni non vinceranno, potrà cominciare subito la 36ª festa scudetto del Real.

CLASSIFICA LIGA


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Giro d’Italia, prima tappa e prima maglia rosa a Narvaez che sul traguardo beffa Pogacar Successivo Bayern ko con lo Stoccarda in Bundesliga. Borussia Dortmund a valanga

Lascia un commento