Real Madrid-Chelsea 1-1: Pulisic punge, ma Benzema tiene a galla Zidane

MADRID (Spagna) – Benzema tiene a galla il Real Madrid nell’andata della prima semifinale di Champions League giocata al ‘Di Stefano’ di Madrid. Il carattere e la classe del centravanti francese (71esimo gol nella massima competizione europea) hanno infatti salvato la squadra di Zinedine Zidane, costretta sotto la pioggia ad accontentarsi di un pari in rimonta contro il Chelsea di Tuchel che ora guarda con più fiducia e certezze al secondo round, in programma a Stamford Bridge. Persino qualche rammarico per gli inglesi, capaci di sorprendere in avvio i ‘blancos’ (caccia della ‘quattordicesima‘) e punirli con Pulisic.

Real Madrid-Chelsea 1-1: tabellino e statistiche

Le ‘mosse’ dei tecnici

Senza gli infortunati Sergio Ramos, Lucas Vazquez, Mendy e Valverde, Zidane si adatta all’avversario come aveva fatto negli ottavi con l’Atalanta e passa alla difesa a tre: il recuperato Varane e Marcelo (nell’occasione capitano) sono i quinti ai lati del trio formato da Militao, Varane e Nacho, con Casemiro affiancato da Modric e Kroos in mediana mentre davanti c’è Vinicius jr in coppia con Benzema (inizia in panchina il grande ex della sfida Hazard, tornato in campo nell’ultimo match di Liga pareggiato contro il Betis dopo la ‘lunga sosta’ in infermeria). Sull’altro fronte manca solo l’ex madridista Kovacic a Tuchel, che nel suo 3-4-2-1 si affida a Werner come unica punta supportata da Pulisic e Mount, mentre in difesa c’è Christensen con Azpilicueta che si alza per fare l’esterno a destra.

Pulisic illude il Chelsea, Benzema salva il Real: si va al secondo round

Guarda la gallery

Pulisic illude il Chelsea, Benzema salva il Real: si va al secondo round

Benzema risponde a Pulisic

Nessun timore reverenziale per il Chelsea, che parte forte e con grande personalità schiacciando subito il Real nella propria metà campo. E al 9′ serve subito una prodezza di Courtois, che nega col piede il gol a un Werner messo davanti alla porta da Pulisic dopo uno spunto di Mount. Il tedesco scalda ancora i guanti dell’ex portiere dei ‘Blues‘ un minuto dopo, con gli spagnoli che sembrano in balia degli avversari e vengono puniti appena provano a tirare fuori la testa: lancio di Rudiger per Pulisic, che scatta in posizione regolare e scaraventa la palla in rete dopo aver scartato Courtois (14′). A scuotere i ‘blancos‘ ci pensano allora le urla di Benzema, che si carica la squadra sulle spalle mentre sul ‘Di Stefano‘ inizia a piovere sempre più forte. Il francese prima scheggia il palo con un gran sinistro dalla distanza, poi (dopo il giallo rimediato da Vinicius per un brutto fallo su Pulisic) addomestica di testa un pallone vagante in area (sul cross di Marcelo doppia sponda di Casemiro e Militao) e lo gira al volo in rete col destro, segnando così il suo 71esimo gol in Champions League (raggiunto l’ex madridista Raul al quarto posto tra i marcatori di sempre nella competizione). Il Real ora spinge ma lascia spazio a Pulisic (ammonito poco prima per un’entrataccia su Marcelo), veloce a partire in contropiede e a servire Werner che calcia però a lato con il destro (40′).

La pioggia non dà tregua, sfida ancora aperta

Si va così al riposo sull’1-1 e al rientro dagli spogliatoi non ci sono novità tra i ventidue in campo, con il Chelsea che come nel primo tempo ci riprova subito con Werner murato però da Militao. Una conclusione da dimenticare di Vinicius è la replica del Real, poi Carvajal rischia con una spinta in area su Chilwell (Makkelie fa proseguire) e vengono ammoniti prima Kroos per un intervento da dietro sull’onnipresente Kante e poi Marcelo per un fallo tattico su Pulisic. La pioggia intanto continua a non dare tregua, condizionando i ritmi di una gara che i due tecnici provano allora a indirizzare dalla panchina: triplo cambio per Tuchel con Ziyech, Havertz e James al posto di Pulisic, Werner e Azpilicueta, mentre Zidane getta nella mischia Hazard (fuori un evanescente Vinicius) e poi Odriozola e Asensio a rilevare Carvajal e Marcelo sulle fasce ma vede finire sul taccuino dell’arbitro anche Varane e il nuovo entrato Odriozola. Non è però serata per il Real, che nel finale prova invano a sfruttare un paio di corner ma è costretto ad accontentarsi del pari. Un 1-1 che lascia tutto aperto in vista del secondo round a Stamford Bridge, dove si deciderà chi delle due andrà a giocarsi la finale a Istanbul.

Precedente FINALE Real Madrid-Chelsea 1-1: Benzema e Pulisic nel primo tempo Successivo Joe Tacopina non compra il Catania?/ "Recedo dal contratto d'acquisto", ma...

Lascia un commento