Real Madrid, Antonio Rudiger incorona Ancelotti campione d’inverno!

MADRID (SPAGNA) – Una rete solitaria dell’ex Roma, Antonio Rudiger abbatte un gagliardo Maiorca e consegna a un Carlo Ancelotti, alla prima dopo il rinnovo, il titolo virtuale di campione d’inverno, che conterà poco o nulla, ma spesso e volentieri viene confermato anche a fine torneo, quando conta davvero. Gara tutt’altro che facile per i blancos, che vengono salvati due volte dai legni nel corso della partita. Un palo clamoroso anche per l’ex Milan, Brahim Diaz, per le merengues. Ora, tocca rispondere al Girona, che in caso di successo sull’Atletico, può riacciuffare a quota 48 punti il Real, ma che a livello statistico, rimarrebbe comunque secondo.

TUTTO SULLA LIGA

Riecco Vinicius

Ancelotti si presenta al primo appuntamento del nuovo anno con sei indisponibili. Oltre ai lungodegenti Courtois, Militao e Alaba, sono ancora indisponibili Mendy e Camavinga. Emergenza ulteriormente complicata dalla squalifica di capitan Nacho. Il Real, così, nelle retrovie si riorganizza con Tchoumeni al fianco di Rudiger, unico centrale di professione a disposizione. Sulla destra riappare Carvajal, mentre in attacco, un po’ a sorpresa, si rivede il recuperato Vinicius, che affianca il connazionale Rodrygo. L’esperto Javier Aguirre, orfano dell’ex Lazio Vedat Muriqi, risponde con un abbottonatissimo 5-4-1, al servizio dell’unico referente offensivo, il possente centravanti canadese Cyle Larin.

Ufficiale: Carlo Ancelotti rinnova con il Real Madrid fino al 2026

Guarda il video

Ufficiale: Carlo Ancelotti rinnova con il Real Madrid fino al 2026

Brividi blancos

Il Real, fin dai primi scampoli, prende stabilmente in mano il pallino del gioco, ma fatica terribilmente a confezionare chiare occasioni da rete. Il primo vero tentativo arriva, al 20’, quando Modric libera in area Vinicius, che però si vede neutralizzare il diagonale mancino da Rajkovic. Lo stesso Vinicius, un quarto d’ora dopo, s’inventa un tunnel improvviso su Samu Costa e, poi, spara fortissimo da fuori area, ma il portiere ospite ci mette i pugni. Nel finale della prima frazione, però, è il Maiorca a sfiorare il gol con  una capoccita di Antonio Sanchez, che colpisce in pieno la traversa, con la palla che, poi, rimbalza nei pressi della linea. Un’altra manciata di minuti ed è Samu Costa a sfiorare l’incrocio sugli sviluppi di una giocata d’angolo.

Mourinho pensa alla Roma, ma il Brasile spinge per averlo ct

Guarda il video

Mourinho pensa alla Roma, ma il Brasile spinge per averlo ct

Lo stacco di Rudiger

Ad inizio ripresa, nuovo brivido per il Real Madrid, con lo scatenato Samu Costa che coglie la base del palo con un tiro improvviso da fuori area. Al quarto d’ora, Ancelotti decide di richiamare in panchina il convalescente Vinicius per sostituirlo con Brahim Diaz, col conseguente spostamento di Rodrygo sul più gradito fronte sinistro dell’attacco. Poco dopo appare anche il centravanti Joselu per Toni Kroos, ma a sfiorare il gol è proprio Brahim, che dopo un mezzo miracolo di Rajkovic su Rodrygo, si tuffa di testa, ma coglie un palo clamoroso con la porta spalancata. Varcata la mezz’ora, va decisamente meglio a Rudiger, che trova il gol partita con un imperioso stacco aereo che s’infila all’incrocio, su un corner calciato da Modric. Tanto basta al Real per incoronarsi campione d’inverno della Liga.

CLASSIFICA LIGA


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Rudiger decide Real Madrid-Maiorca: Ancelotti mette pressione al Girona Successivo Gasperini e la polemica sulla Coppa Italia. Poi la battuta su Roma e Milan